Servizi Cronaca

Guide turistiche di Venezia scendono in piazza: “tornate a trovarci”

A Venezia si dibatte tra la comparsa straordinaria dell'acqua alta nel mese di giugno e l'assenza di turisti che fa stare a braccia incrociate gondolieri, motoscafisti, ristoratori, non fa riaprire gli alberghi e non fa lavorare le guide turistiche che in hanno dato a questo flash mob. Il video è stato realizzato da Andrea Rizzo.

C’e’ una categoria in grande sofferenza, quella delle guide turistiche di Venezia. Il flash mob per sensibilizzare il governo affinché intervenga senza lasciare indietro nessuno, questa e’ una categoria di lavoratori e lavoratrici ferme da febbraio e che non vedranno la fine del tunnel, non quest’anno, non questa estate e nemmeno il prossimo inverno, forse un rientro nella normalità dal prossimo marzo 2021.

Guide turistiche di Venezia

A lanciare l’iniziativa alla Basilica della Salute, è Francesca Ranieri delle guide Agta (Associazione guide turistiche abilitate). Sono stati cento gli operatori impegnati attivamente nell’evento, dice, di diversa appartenza, su un totale di 150 guide turistiche veneziane, di cui una ventina di Agta. Nel Paese i professionisti del settore sono 5 mila. Il messaggio che mandano è di tutti.

È quello che viene inviato attraverso il flash mob in contemporanea dalle piazze: «serve una campagna seria e forte per rilanciare l’Italia come meta turistica sicura. Grandi titoli di giornali – dice Ranieri – continuano a raccontare quali sono i Paesi in cui gli italiani non sono ben accetti e non possono andare. Ma ancora non si è vista una comunicazione che trasmetta al mondo l’immagine di un’Italia aperta, colpita duramente dal Covid sì, ma rispettosa delle regole». Dire che l’osservanza delle norme ci ha contraddistinto e ci sta portando fuori dal tunnel, trasmette sicurezza e serenità, spiega la guida veneziana, e diventa per gli operatori e per i luoghi del turismo un biglietto da visita. Non può passare l’idea di uno Stato dove il Covid viene preso sotto gamba.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button