Articoli di Cronaca

Marghera, arrestato spacciatore con 300 grammi di eroina

Gli agenti del commissariato di Mestre hanno arrestato un egiziano di 39 anni per detenzione e spaccio di droga.

La Polizia di Stato di Venezia, a seguito di un’attenta attività di indagine condotta dagli agenti del Commissariato di P.S. di Mestre, ha arrestato un cittadino di nazionalità egiziana, M.H., classe ‘82, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, in quanto trovato in possesso a Marghera di più di 300 grammi di eroina da cui si sarebbero potute ricavare circa 350 dosi.

Le indagini

Nei giorni scorsi gli operatori del Commissariato, dopo una serie di appostamenti, hanno individuato un soggetto sospetto il quale si spostava, con insolita frequenza, tra Mestre e Marghera facendo sempre uso del tram. L’uomo era solito salire da Via Olivi a Mestre per poi scendere a Marghera facendo quindi ritorno a Mestre.

Salendo a bordo del tram, gli agenti sono riusciti ad individuare tra Mestre e Marghera le tratte e le zone stabilite quali luoghi di scambio con i diversi assuntori di sostanza stupefacente. Inoltre, grazie ai numerosi pedinamenti effettuati, i poliziotti sono riusciti anche ad individuare il luogo dove alloggiava lo straniero.

Trovate le dosi di eroina

Giovedì 11 novembre, quando gli operatori del Commissariato di Mestre hanno assistito all’ennesima cessione di droga. Hanno così deciso di intervenire fermando il pusher che si è mostrato da subito molto nervoso ed agitato. Dopo ulteriori controlli gli agenti hanno rinvenuto, nascosta tra gli indumenti, una considerevole quantità di sostanza stupefacente di tipo eroina, pari a 190 grammi. Pronta per essere spacciata.

La conclusione

I poliziotti hanno quindi deciso di effettuare un blitz a Mestre presso il luogo ove il pusher alloggiava. A seguito del quale, dopo la perquisizione, hanno rinvenuto, nascosti sotto il letto, materiale atto al confezionamento di sostanze stupefacenti, alcuni bilancini di precisione ed altri 120 grammi circa di eroina. L’uomo è stato pertanto tratto in arresto e tutto il materiale è stato sequestrato. Sabato 13 novembre l’A.G. competente ha disposto la convalida dell’arresto del cittadino egiziano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button