Servizi Cronaca

Elena Cornaro Piscopia: omaggio alla prima donna laureata al mondo

Aveva una cultura enciclopedica, parlava più di 7 lingue, antiche e moderne. Letterati e scienziati giungevano da tutta Europa per dialogare con lei. Parliamo di Elena Lucrezia Cornaro Piscopia, la prima donna laureata al mondo. A Venezia sulla lapide che la ricorda, sono spuntate le mimose

Bello vedere come le guide turistiche abbiano inserito nei loro percorsi la targa che ricorda Elena Cornaro Piscopia, prima donna al mondo ad ottenere una laurea a Padova nel 1678.

La lapide dedicata alla nobildonna veneziana si trova sulla facciata laterale di Ca’ Loredan dove Elena Cornaro Piscopia nacque nel 1646 e oggi sede del Comune di Venezia. La lapide che vediamo oggi è stata installata un anno fa a sostituzione della precedente ormai illeggibile. Per l’8 marzo 2022, giornata internazionale della donna, l’omaggio con ramoscelli di mimosa alla presenza di chi tanto si è preso a cuore la memoria di questa eccezionale donna, sicuramente avanti rispetto ai tempi.

Elena Cornaro Piscopia nuova targa in italiano e inglese

“Come presidente dell’associazione Festival Galuppi, assieme a Giovanni Alliata di Montereale che con l’archivio di Vittorio Cini è sempre presente qui a Venezia con iniziative, abbiamo pensato di mettere questa nuova targa in italiano e inglese per ricordare la prima donna laureata al mondo. Un avvenimento eccezionale in un periodo storico come il 1600 in cui era un privilegio poter studiare. quindi siamo contentissimi di vedere che i turisti finalmente, vedendo questa targa, possono capire e leggere che cosa è accaduto e cosa Venezia ha avuto di prezioso.” ha affermato Alessio Benedettelli.

Giovanni Alliata, Fondazione archivio Vittorio Cini

“Anche quest’anno ricordiamo in questo luogo, sotto la targa che la commemora, la prima laureata del mondo. Era una veneziana laureatasi a Padova.

Vittorio Cini, mio nonno, che è stato un grande personaggio dell’imprenditoria italiana a Venezia ha realizzato una serie di attività, quindi è importante per noi depositari del suo archivio e della sua memoria partecipare a momenti salienti della cultura e società veneziana in questa città che è così importante per noi.” le parole di Giovanni Alliata.

Donne: essenza della vita

“Un doveroso ringraziamento a chi ha avuto l’idea di restaurare questa targa dedicata ad una grande donna che ha reso grande la nostra storia. Manteniamo alto il nome di queste donne che hanno fatto grande la nostra Repubblica.

Un pensiero ovviamente va a tutte quelle donne che oggi si trovano in situazioni di disagio, come le donne dell’ucraina che lottano contro la guerra e scappano da situazioni critiche.

Un augurio a tutte le donne che sono l’essenza della nostra vita” ha concluso Ermelinda Damiano, presidente del Consiglio Comunale di Venezia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button