Servizi Cronaca

Covid-19 in Veneto: 2 focolai e 4 vaccinati in terapia intensiva

Con l'abbassamento della temperatura tornano le brutte notizie sul fronte del covid. A Padova quattro sessantenni vaccinati e contagiati ad una festa sono in terapia intensiva e a Jesolo scoperto un focolaio tra gli atleti del campionato del mondo di kickboxing

In questi giorni, il tasso dei positivi al Covid-19 sta aumentando anche nel Veneto orientale. Il dato è stato rilevato dal Dipartimento di Prevenzione dell’Ulss 4, la quale conferma i picchi maggiori di contagio a San Donà, Portogruaro e Jesolo.

La distribuzione dei positivi Covid-19

A ieri, 27 ottobre, le positività complessive sono circa 249. Tra le diverse aree di contagio, i positivi sono 6 ad Annone Veneto, 18 a Caorle, 9 Cavallino-Treporti, 21 Concordia Sagittaria e 7 ad Eraclea. Inoltre, tra questi positivi, 34 sono stati rilevati a Jesolo, 35 a Portogruaro e 36 a San Donà di Piave.

Per quanto riguarda la fascia in età scolastica, le classi in quarantena sono 7, quindi in totale 143 alunni.

Il caso di positività alla competizione di Kick Boxing

Il personale medico e sanitario dell’Ulss 4 è intervenuto ai campionati del mondo di Kickboxing, “Wako World Kickboxing Championship Italy 2021”, svoltisi a Jesolo. Hanno rilevato 15 positivi, tra gli atleti in gara e lo staff. Di questi positivi, 10 persone sono rientrate nei paesi di origine, mentre gli altri 5 si trovano ancora in isolamento in isolamento nel loro albergo jesolano.

Il direttore generale dell’Ulss4, Mauro Filippi, ha commentato in merito alla questione: “Ricordo che il metodo più efficace per contrastare il virus è sempre la vaccinazione, come confermano gli studi scientifici. Riguardo ai campionati mondiali di Kickboxing, il personale del dipartimento di prevenzione ha gestito la situazione, insieme ai servizi territoriali e le Usca (Unità speciali di continuità assistenziale). Ci dispiace per tutti gli atleti che non hanno potuto partecipare alle gare, ma era doveroso adottare tutte le precauzioni per evitare altri focolai”.

Il caso di positività alle nozze d’oro

Un altro focolaio si è insediato in una festa di nozze d’oro a Padova. 4 sessantenni: 3 uomini e una donna, sono risultati positivi al Covid. Per loro la situazione è ben più grave, perché tutti e quattro sono stati ricoverati in terapia intensiva, pur essendo stati tutti vaccinati. Quello che preoccupa maggiormente è che le loro condizioni si siano aggravate in modo repentino.

I ricoveri per Covid-19 in Veneto

Per quanto riguarda i ricoveri ospedalieri, sono 6 le persone collocate in area malattie infettive all’ospedale di Jesolo, mentre le terapia intensive dell’Ulss 4 non hanno ancora registrato altri pazienti. Delle 6 persone ricoverate, solamente 2 erano vaccinate.

Sempre il direttore Mauro Filippi afferma che: “Dopo un inizio ottobre con pochi contagi, in questi giorni si registra una ripresa delle positività, sia in generale e sia sul fronte scolastico. Questo per effetto dell’obbligatorietà del green pass sui luoghi di lavoro, ma non solo. La situazione attuale è ampiamente sotto controllo, però i dati confermano che il virus è ancora presente tra noi. Dobbiamo  mantenere attenzione e continuare ad adottare tutte le precauzioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button