Articoli di Cultura e SpettacoloSpettacoli a Venezia

Capodanno 2020, Myung-Whun Chung dirige il concerto alla Fenice

In vendita da domani, giovedì 7 febbraio 2019, i biglietti per i Concerti di Capodanno 2020 al Teatro La Fenice. Tornerà a dirigere Myung-Whun Chung.

Di nuovo alla guida dell’orchestra

Il maestro Myung-Whun Chung sarà di nuovo alla guida dell’Orchestra e Coro del Teatro La Fenice in un programma musicale che si comporrà di due parti: una prima esclusivamente orchestrale con l’esecuzione della Sinfonia n. 4 in la maggiore op. 90 Italiana di Felix Mendelssohn Bartholdy.

Una parte dedicata al melodramma

La seconda parte – per tradizione, seguita da milioni di spettatori grazie alla diretta televisiva di Rai1 – dedicata al melodramma, con una carrellata di arie, duetti e passi corali dal repertorio operistico più amato che si concluderà con «Va’ pensiero» dal Nabucco e con il brindisi «Libiam ne’ lieti calici» dalla Traviata di Giuseppe Verdi.

le date

Quattro le date del concerto: domenica 29 dicembre 2019 alle ore 20.00, lunedì 30 alle ore 17.00, martedì 31 alle ore 16.00 e mercoledì 1 gennaio 2020 alle ore 11.15.

L’intervento umanitario

l’attenzione della Fondazione Teatro La Fenice, di Rai Cultura e degli artisti impegnati sarà rivolta a una missione umanitaria in via di definizione, che l’anno scorso è stata dedicata ad Unicef, in cui si continuerà ad ‘approfittare’ di questo imponente evento mediatico per rendere concrete opere di solidarietà e beneficenza.

Myung-Whun Chung

Nato in Corea, ha iniziato l’attività musicale come pianista debuttando all’età di sette anni; nel 1979 è diventato assistente di Carlo Maria Giulini alla Los Angeles Philharmonic, dove nel 1981 è stato nominato direttore associato. Tra l’89 e il 2005 è direttore d’orchestra a Parigi e Roma. Nel 1995 ha fondato la Asia Philharmonic, e poi a Seoul, a Tokio, A Dresden. Ha diretto molte delle orchestre più prestigiose del mondo e ottenuto importanti riconoscimenti in Italia e in Francia.

L’impegno umanitario

Impegnato in iniziative di carattere umanitario, nel 1995 è stato nominato Uomo dell’anno dall’Unesco e l’anno successivo il governo della Corea gli ha conferito il Kumkuan, il più importante riconoscimento in campo culturale. Nel 2013 ha ricevuto le chiavi della Città di Venezia per l’impegno verso la Fenice e la vita musicale lagunare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button