Articoli di Economia e società

Campionaria d’Autunno: l’1 ottobre l’inaugurazione. Le novità

Dopo due anni di stop forzato, ritorna la secolare Fiera del Rosario, con tutti i suoi appuntamenti. E torna anche l’evento più atteso per l’economia del territorio, la Campionaria d’Autunno

Dopo due anni di stop forzato, ritorna la secolare Fiera del Rosario, con tutti i suoi appuntamenti. E torna anche l’evento più atteso per l’economia del territorio, la Campionaria d’Autunno. Sabato, alle 9.30, nei padiglioni di via Pralungo, il taglio del nastro alle porte della stessa Campionaria, per l’avvio ufficiale di tutta la kermesse che coinvolgerà tutto il centro cittadino per i tradizionali tre giorni, ovvero 1, 2 e 3 ottobre.

La Campionaria della ripresa segna una nuova sede ed una collaborazione tra le principali associazioni di categoria: con Confcommercio San Donà-Jesolo ci sono, infatti, Confartigianato, Confindustria e Coldiretti. Forte, poi, la collaborazione avuta dalla CCIAA – Camera di Commercio Venezia e Rovigo. Orari di apertura: sabato 01 dalle 9.30 alle 23, domenica dalle 9 alle 22, lunedì dalle 9 alle 21; ingresso libero.

Le parole di Angelo Faloppa, presidente di Confcommercio, sulla Campionaria d’Autunno:

“Questo evento può, e deve, rappresentare non solo la consueta vetrina per la nostra economia, ma anche una spinta, un incoraggiamento, ad affrontare con la medesima forza ed ottimismo le tante difficoltà che quotidianamente si presentano.”

Le parole di Luigino Fontanello, delegato comunale:

“Grazie a quanti ci hanno creduto, a cominciare dall’amministrazione comunale ed alla Camera di Commercio, ed a quanti hanno deciso di mettersi in gioco, facendosi parte attiva”.

Le parole di Massimo Zanon, presidente della camera di commercio, sulla Campionaria d’Autunno:

“La Campionaria d’Autunno 2022 simboleggia la ripresa, che è un atto di resilienza e di ritorno alla normalità. Ed evidenzia il carattere e la determinazione degli imprenditori. A volte vengono, e veniamo, definiti “eroi”, per avere nel nostro dna la voglia di non mollare mai di fronte alle avversità. No, non siamo eroi.

Chi lavora, chi ha un’azienda, piccola o grande che sia, sa che dietro c’è prima di tutto passione per il lavoro, c’è voglia di essere partecipi di una crescita collettiva della comunità in cui ci si trova, oltre che dell’economia nel suo insieme. E c’è la consapevolezza che, attraverso questa miriade di attività, creiamo opportunità lavorative per tante persone, il che significa garantire un supporto economico a tante famiglie”.

La Campionaria si sviluppa su un’area complessiva di 6mila metri quadrati. Di questi, 4mila sono al coperto, mille sono all’esterno ed altri mille nell’area ex Confrutta. Esporranno complessivamente 60 aziende.

Le parole di Alessandro Cella, presidente regionale dei panificatori confartigianato:

“Abbiamo previsto l’organizzazione di un laboratorio “Open space” con il coinvolgimento di allievi di istituti professionali del settore panificazione, pasticceria e pizzaiolo. L’attività si svolgerà in uno spazio di circa 60 metri quadri in una tensostruttura posta all’uscita dell’area fieristica a cura delle aziende associate a Confartigianato e a Fippa – Federazione Italiana Panificatori e Pasticceri. In questa occasione le due associazioni promuoveranno il marchio “Forno di qualità” e il laboratorio effettuerà produzione dl pane e dei prodotti da forno avvalendosi esclusivamente di lievito naturale”.

Campionato nazionale giovani macellai

Una dozzina di giovani macellai veneti, under 35, si confronteranno domenica 2 ottobre, dalle ore 10, negli spazi della Campionaria d’Autunno, nell’unica tappa veneta del Campionato Nazionale Giovani Macellai organizzato da Federcarni Confcommercio. Sono previste prove di preparazione quale disossamento, affinamento del taglio per la preparazione culinaria, proposta di preparati pronti a cuocere e già cotti particolarmente graditi dalla clientela.

Particolare attenzione sarà rivolta anche alle componenti della qualità delle lavorazioni e del taglio, la valorizzazione delle componenti meno pregiate, ma care alla tradizione gastronomica italiana, alla creatività ma anche all’osservanza delle norme igienico sanitarie.

Ti potrebbe anche interessare: “Agire subito”: ecco l’appello che arriva alla Meloni dalle categorie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button