Servizi Cronaca

Zaia: per l’Europa siamo zona verde. Con le scuole cambierà lo scenario

Nella conferenza stampa di oggi, Luca Zaia ha parlato della colorazione della regione verde, grazie ad un tasso di incidenza inferiore al 4%

L’indice Rt, calcolato dai tecnici della Regione è sceso a 0,62 (contro lo 0,81 della scorsa settimana). L’ospedalizzazione è in costante decrescita e scende anche il numero dei positivi. Si va verso la zona gialla. Anche l’Unione Europea ora ha collocato il Veneto in zona rossa anziché in zona rosso scuro. Sentiamo il presidente Luca Zaia

Il bollettino di oggi

I dati di oggi riportano 935 casi in più di ieri, i totali positivi in questo momento a 36965. Calano ancora i ricoverati negli ospedali veneti. In totale sono 2300: di cui 2022 in area non critica, con una diminuzione di 64 ricoverati. In terapia intensiva il dato è di 278 ricoverati, con una diminuzione di 7 persone. I decessi sono 5. I dimessi sono oltre 14 000.

Le dichiarazioni di Luca Zaia

“L’Europa ieri sera ha modificato ancora la sua posizione sul Veneto. Siamo passati dal rosso scuro a verde perché abbiamo un tasso di incidenza inferiore al 4%. Quindi siamo una delle poche regioni europee con la colorazione verde. Di fronte alla mortalità siamo l’ottava ragione in Italia. Facciamo parte della parte delle regioni che hanno avuto più mortalità, perché abbiamo avuto la prima fase molto pesante”.

“Abbiamo 29 giorni di calo. Un calo importante, repentino e inspiegabile. Tutti saremmo portati a dire che il calo è dettato dalle restrizioni natalizie. Dall’altro è altrettanto vero però che condividiamo la tendenza con il Friuli-Venezia Giulia. così è stato nell’ascesa e lo è anche nella discesa dei contagi”. Conclude così il presidente della regione Veneto Luca Zaia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button