Servizi Cultura e spettacolo

Bruno Balloni: “Cuore nero di Sicilia”

Valentina Bobbo parla del nuovo thriller "Cuore nero di Sicilia" di Bruno Balloni.

Siamo al terzo appuntamento con la nostra blogger, Valentina Bobbo, una calamita per gli scrittori emergenti, che le segnalano i libri che scrivono e che vogliono assolutamente far conoscere, ma che non vengono tanto considerati dalla casa editrice e noi vogliamo darli spazio. Che libro ci proponi oggi? “Oggi vi porto in Sicilia e il titolo del libro è “Cuore nero della Sicilia”, scritto da Bruno Balloni”

Bruno Balloni: “Cuore nero di Sicilia”

“È un thriller, un giallo all’interno del quale il protagonista fa parte delle fiamme gialle, perciò fa parte della Guardia di Finanzia. Viene coinvolto in uno stupro, un argomento intenso e difficile, ma non solo, perché all’interno della storia si sviluppa la mafia, l’omertà della società attorno a questo crimine.

È interessante perché lo scrittore, in qualche maniera, si identifica con il protagonista, poiché è stato anche lui per molto tempo all’interno della Guardia di Finanza. Conosce in maniera approfondita l’argomento e ne parla in modo puntuale e attento. Lo consiglio, perché si tratta sia di uno spaccato di una parte della Sicilia, Enna e Catania, sia del mondo della Guardia di Finanzia, di cui spesso ci è un po’ sconosciuto.

Lo scrittore

Lo scrittore emergente tende a raccontare della sua vita e anche a calarla nel suo protagonista, che  rispecchia la sua esperienza. Sicuramente, rispetta il canone classico dello scrittore emergente, ma è bravo, perché non è facile a cimentarsi a scrivere sullo stupro. Un conto è leggere di questo argomento, un altro è saperlo scrivere.

“Diciamo che lui miscela anche diverse cose, tra cui lo stupro, che è cardine del libro, ma mette insieme altri aspetti molto difficili.”

Spesso, lo scrittore emergente non viene molto aiutato dalla casa editrice, mentre i scrittori più esperti possono anche contare di un editor, che lo affianca. Lo scrittore emergente va anche letto con questa logica, che si è arrangiato.

“Il cuore nero di Sicilia” di Bruno Ballori. Grazie a Valentina Bobbo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button