Servizi Economia e società

Renzo Mazzaro, il punto: perchè si tace su alcune notizie?

Non prendiamocela con i giornali. I giornali sono lo specchio di come siamo noi. Le parole di Renzo Mazzaro

Renzo Mazzaro dice: “Ci sono notizie che non viaggiano affatto e uno si domanda perché. Ad esempio 10 giorni fa il Consiglio di Stato, che è il massimo tribunale amministrativo, ha chiuso un contenzioso che andava avanti da 14 anni tra il comune di Asiago e tre società immobiliari che volevano costruire ben 400 appartamenti, cambiando completamente il paesaggio di un costolone di montagna.

La vicenda

Questa vicenda comincia nel 2008, quando il comune dice di no alla prima lottizzazione di 76 appartamenti. Le società fanno ricorso al Tar, e vincono. Il comune ha obbligato a rivedere la posizione: lo fa, approfondisce, ma boccia di nuovo.

Nuovo ricorso al tar delle società, che vincono, e vincono anche davanti al Consiglio di Stato, a cui il comune si era rivolto. Dunque, la lottizzazione andava approvata. Soltanto che, erano passati degli anni, e nel frattempo il comune aveva cambiato il piano regolatore: le aree non erano più edificabili, ma erano diventate aree verdi, dunque: non si può più costruire.

Capirete che: aver ragione e non poterla applicare, fa imbufalire, e dunque gli immobiliaristi pretendono i danni e sparano una cifra colossale: 18 milioni di euro vogliono, dal sindaco che ha bocciato le lottizzazioni e dai consiglieri che l’hanno sottoscritto.

Capirete che vivere con questa prospettiva non si dorme la notte; tanto più che il Tar da ragione agli immobiliaristi. Solo che, a sorpresa, il Consiglio di Stato, il 14 giugno scorso, ha dato torto agli immobiliaristi. Ha capovolto la sentenza: nulla è dovuto.

In questa vicenda tutto è eccessivo, il numero degli appartamenti da costruire, la cifra di risarcimento richiesta a carico di persone singole, la lunghezza dei processi, 14 anni, le sentenze a zig zag, una dà ragione l’altra torto, il silenzio che circonda questa storia, che per me è da prima pagina, è una storia esemplare di un veneto che, come è successo a Veneto City, la città con 10.000 abitanti che doveva sorgere tra Padova e Dolo; il Veneto ha lastricato il lastricabile, però quando il partito del mattone perde, è meglio non farlo sapere.

Le parole di Renzo Mazzaro

In compenso noi sappiamo un sacco di cose di Tizio che sta con Caia, che ha lasciato Sempronio e altre bazzecole del Gossip di questo tipo. Però, non prendiamocela con i giornali. I giornali sono lo specchio di come siamo noi. Forse, noi, faremmo bene a rivedere le nostre scelte”:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button