Servizi Sport

Maratonina di Mestre, ritorno alla grande con 800 partecipanti

Con oltre 800 partecipanti è stata un successo la 12° edizione della Maratonina di Mestre tornata in presenza dopo l'edizione virtuale del 2020. Anche quest'anno i fondi raccolti andranno a finanziare due no profit del territorio: la A.V.A.P.O., Associazione Volontari Assistenza Pazienti Oncologici di Mestre, e il Poliambulatorio Emergency di Marghera.

E’ tornata ad animare le vie del centro domenica 14 novembre, la Maratonina di Mestre, la gara podistica organizzata dalla Municipalità di Mestre Carpenedo insieme all’associazione sportiva Cra Generali, giunta alla dodicesima edizione. Dopo che nel 2020 l’iniziativa si era svolta in modo virtuale a causa dell’emergenza sanitaria, oltre 800 persone, di ogni età e preparazione atletica, hanno partecipato stamani alla manifestazione, che coniuga sport e solidarietà, sfidando il rischio maltempo.

A salutare i partecipanti il vicesindaco di Venezia, con delega allo Sport, Andrea Tomaello, l’assessore alle Politiche educative Laura Besio, il presidente della Municipalità di Mestre Carpenedo, Raffaele Pasqualetto, consiglieri comunali e di Municipalità.

Maratonina di Mestre 2021

Se nelle edizioni passate si poteva scegliere se aderire alla gara competitiva di 21 chilometri, o alle due non competitive, rispettivamente di 13,5 e 6,5 chilometri, quest’anno è stato invece previsto un unico percorso non competitivo, uguale per tutti, che si è snodato sulla distanza di diecimila metri.

I podisti, partiti alle 9.30 da Piazza Ferretto, hanno ripetuto per tre volte un circuito lungo circa 3,3 chilometri che ha attraversato il centro di Mestre percorrendo soprattutto le aree ciclabili, per poi tornare nuovamente in Piazza Ferretto. La gara si è svolta nel rispetto delle norme anti covid. Gli atleti sulla griglia di partenza e nei primi 500 metri di gara hanno indossato la mascherina.

Raccolta fondi

Anche quest’anno i fondi raccolti andranno a finanziare due no profit del territorio: la A.V.A.P.O., Associazione Volontari Assistenza Pazienti Oncologici di Mestre, e il Poliambulatorio Emergency di Marghera.

Vincitori

I primi classificati di questa 12.edizione sono stati: Roberto Cassol, Lorenzo De Conto, Alvaro Zanoni nella categoria uomini; Elisa Comisso, Sharon Giammetta e Diletta Moressa nella categoria donne; per i giovanissimi la prima classificata è stata Linda Jacqueline Pies, del 2009, che ha tagliato il traguardo in 48’.

Il commento dell’organizzatore

Loris Mognato, Coorganizzatore Maratonina di Mestre – Delegato allo sport CRAGenerali ASD: “Oggi è stata proprio una bella manifestazione, partecipata. Non è mai capitato che noi dovessimo rifiutare delle iscrizioni e purtroppo è successo. Ci dispiace molto ma la normativa comunale Covid non ci consentiva di fare di meglio. Però è stata una grande manifestazione. Il tempo ci ha aiutato anche se questa volta era cominciata male. Comunque una grande manifestazione, siamo molto contenti e soddisfatti”.

Andrea Tomaello, Vice Sindaco del comune di Venezia: “Sì, devo dire che il tempo ci ha graziato. Siamo felici perché vedere tante famiglie, tanti ragazzi che fanno una corsetta che non è competitiva ma è fatta per stare insieme, fa piacere”.

Come hai trovato il percorso?

Roberto Cassol, vincitore della Maratonina di Mestre 2021: “Bello, molto particolare anche come forma. Su tre giri un circuito così merita parecchio. Anche nei prossimi anni sarebbe da ripetersi”.

Elisa Comisso, prima donna della Maratonina di Mestre 2021: “è andata bene, una bella stagione. Nonostante i due anni di fermo dopo il Covid, è stata una bella stagione. Mi sto divertendo e comunque riesco ancora ad essere competitiva, quindi mi va benissimo”.

Il commento di altri partecipanti

“è andata bene, il tempo ci ha aiutato. Quindi l’importante è questo, che la gente si stia divertendo”.

Ci sono anche tanti partecipanti

“Sì, tanti partecipanti. Abbiamo fatto sold out, 800 persone quindi soddisfazione. Non si poteva per ragioni di emergenza fare di più però insomma va bene così”.

“Sì sì, è stata un’enorme soddisfazione. Da quando sono piccola che sogno di fare questa gara nella mia città. E quest’anno, che sono riuscita a farlo, è stata un’enorme soddisfazione. Anche solo riuscire a finirla è stata per me una grande conquista, veramente”.

“Finalmente dopo due anni siamo tornati nella nostra gara, in casa. E speriamo che, da adesso in poi si possa effettuare ogni anno. Almeno una gara nella nostra città, è l’unica che ci è rimasta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button