Servizi Cronaca

Maltempo: allarme per i fiumi del Veneto Orientale

E' preallarme fiumi. Luca Zia ha sorvolato la zona a bordo dell'elicottero dei vigli del fuoco. Sono annunciate piogge abbandonanti per stanotte e domani e il livello dei fiumi preoccupa. Lungo la costa i sindaci annunciano un vertice per la conta dei danni della mareggiata di martedì

Ricognizione aerea nella giornata di oggi dell’elicottero Drago su tutta l’area del Veneto: da Bibione alla laguna veneta, al Polesine. Queste le zone duramente colpite dal maltempo dei giorni scorsi. Eraclea Mare: guarda la situazione dopo il Maltempo

A bordo dell’elicottero il presidente della Regione Veneto Luca Zaia e assessore alla protezione civile Gianpaolo Battacin. Accompagnato dal Direttore Interregionale dei Vigili del fuoco del Veneto e Trentino Alto Adige Loris Munaro. Squadre ancora al lavoro con i moduli HCP (High Capacity Pumping) per il pompaggio nelle zone allagate.

Maltempo

Stato di preallarme per i bacini di Livenza, Lemene e Tagliamento. Tutti i corsi d’acqua sono sopra la soglia di allerta. Il problema più grave a San Michele al Tagliamento, dove alcune abitazioni sono rimaste allagate nella frazione di Villanova della Cartera. Sul posto stanno operando diverse squadre dei Vigili del fuoco con la Protezione civile.

Sono previste da stasera abbondanti precipitazioni in progressiva intensificazione nel corso della notte. Domani il tempo sarà perturbato con piogge diffuse e e frequenti a carattere di rovescio nel Veneto nordorientale.

A Bibione stamane il sindaco si è recato in sopralluogo lungo il litorale distrutto dalla mareggiata , ora sono in arrivo anche i detriti che saranno portati dal tagliamento e la pulizia dell’arenile sarà ancora più costoso.

I danni

I danni provocati dalle mareggiate della scorsa settimana sono sull’ordine di qualche milione di euro.  Il turismo balneare rappresenta quasi il 50% delle presenze del Veneto, con ritorni economici che vanno a beneficio di tutta la collettività, anche in termini di posti di lavoro. La posta in gioco è alta per questo In settimana ci sarà un vertice tra tutti i sindaci della costa veneziana per valutare le richieste da avanzare al governo riguardo Bibione in particolare

Sono circa 150 mila metri cubi di spiaggia erosi per un tratto di 5-6 chilometri dove di solito vengono fissati 2000-2500 ombrelloni. Saltata la fibra ottica, distrutto il campo da bocce in spiaggia nelle vicinanze di piazzale Zenith meta di tanti appassionati, devastati i gazebo davanti all’Hotel Savoy.

Le previsioni

In considerazione di queste previsioni, il centro funzionale della protezione civile ha emesso un nuovo avviso di criticità idrogeologica ed idraulica, con stato di preallarme per i bacini di Livenza, Lemene e Tagliamento. L’avviso riguarda i bacini di Alto Piave, Piave Pedemontano Alto-Brenta-Bacchiglione-Alpone, Basso Brenta-Bacchiglione, Livenza, Lemene e Tagliamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button