Servizi Economia e società

Domenica ecologica a San Donà di Piave: sostenibilità e svago

San Donà di Piave capofila dei comuni virtuosi, con tante iniziative, tra cui le domeniche ecologiche, messe in atto dal comune per educare i cittadini a stili di vita sostenibili, soprattutto in materia di rifiuti e mobilità. E alla fine si può pure guadagnare qualche spicciolo.

Andrea Cereser, sindaco di San Donà di Piave, è così intervenuto per la domenica ecologica svoltasi a San Donà di Piave. “Seconda domenica ecologica senza auto. Lo scopo è soprattutto quello di farci riflettere su alcuni comportamenti. Sappiamo che le automobili e la mobilità d’anno un contributo all’inquinamento dell’aria.

Più importante ancora è quello legato al riscaldamento. In realtà vorremmo riflettere su tutto quello che riguarda gli stili di vita ed è per questo che, grazie all’attività promossa dall’assessorato all’ambiente di San Donà, abbiamo coinvolto diverse realtà associative del territorio che si occupano di ambiente ma anche di svago.”

La domenica ecologica in Piazza Indipendenza

Si sa che le domeniche ecologiche, bloccando la circolazione dei veicoli inquinanti, servono a migliorare la qualità dell’aria nei centri cittadini, ma non solo. Le domeniche senza auto sono anche uno stimolo per proporre tante attività da svolgere in chiave sostenibile e magari anche divertendosi. Come successo a San Donà di Piave dove Piazza Indipendenza ha ospitato associazioni, gruppi, progetti, riguardanti il tema della sostenibilità e dei comportamenti virtuosi che ognuno di noi può mettere in atto.

I ringraziamenti del sindaco

La gratitudine del sindaco di San Donà di Piave, Andrea Cereser: “Ho l’elenco perché tutte proprio non me le ricordo. Grazie a FIAB San Donà con ‘vivi la bici’ e all’altra attività importante Magicabike che ha portato i ragazzi più piccoli lungo il Piave. All’Istituto Comprensivo Schiavinato per la loro presenza anche con l’esperienza di ‘orti in vista’. Grazie a ‘Rotaract’ che hanno pulito un paio di piazze ancora stanno completando l’attività. Grazie a Slowfood Veneto Orientale e anche a Lega Ambiente. A tutti i cittadini che si sono messi in gioco e hanno frequentato in questa giornata particolare la piazza”.

“Sappiamo che ci saranno altre occasioni da qui, sino ad aprile, di avere una giornata al mese assieme ad altre città importanti del Veneto per riflettere su questi temi. L’iniziativa dei comuni eco attivi, per la quale invito a scaricare l’app che è stata predisposta, dà la possibilità di acquisire dei punti grazie a comportamenti virtuosi che vengono acquisiti dalle persone sul tema dei rifiuti, della mobilità anche con dei quiz.

Tutto questo consente poi di trasformare i punti in euro spendibili all’interno del distretto urbano del commercio. È un’iniziativa che pure usa il pretesto appunto della possibilità di pagarsi un caffè o una pizza o acquistare un biglietto del cinema, per far riflettere sulla nostra attività di tutti i giorni e sugli stili di vita”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button