Servizi Cultura e spettacolo

“Cicatrici di speranza”: mostra fotografica all’isola di Albarella

Aprile in rosa ad Albarella. La famosa isola sul delta del Po ospita numerosi eventi dedicati all'universo femminile. A cominciare dalla mostra "Cicatrici", 22 scatti a donne operate di tumore al seno

22 intensi ritratti di donne. Donne speciali, operate al seno. Donne che si sono prestate a fare da modelle per sensibilizzare su una malattia che colpisce brutalmente il 28% dell’universo femminile. La mostra, realizzata con gli scatti dei fotografi Stefano Pesaro e Federica Veronesi, si intitola “Cicatrici” e sarà visibile fino al 25 aprile in Villa Ca’ Tiepolo, nell’isola privata di Albarella, nel cuore del Delta del Po.

Federica Veronesi, fotografa

“Siamo molto coinvolti e ci fa molto piacere aver ricevuto questo invito e speriamo che il nostro lavoro fotografico possa aiutare tante donne e tante persone.”

Stefano Pesaro, fotografo

“Ringrazio anche io per la splendida accoglienza e devo dire che questo è un lavoro di grande positività nonostante le immagini siano piuttosto forti. questo è un augurio a tutte le donne, di poter sopportare questo empass con tutto l’entusiasmo che hanno messo le nostre modelle.”

Simona Fabian, organizzatrice

“Questa mostra ha una valenza importantissima per l’isola di Albarella. L’isola di Albarella ha un concetto green fatto di sport, di benessere e relax, e abbiamo voluto inserire questo tema perchè fa parte della vita e della società. Sappiamo che elementi come lo sport, il benessere e l’amicizia sono fondamentali. Quindi abbiamo voluto ritornare qui, un po’ dove tutto era nato.

Infatti 11 anni fa sono stata colpita da carcinoma al seno mentre ero in vacanza qui ad Albarella. Quindi ritornare qui e sostenere associazioni come Andos è davvero fondamentale. Speriamo di toccare la sensibilità di tutte le persone che verranno a visitare la mostra. Potranno vedere il libro e sfogliare le immagini, emozionandosi, ma con questo augurio di una grande ripresa.”

Paola Peruffo, Presidentessa Commissario Pari Opportunità – Comune di Ferrara

“Mettermi in gioco mostrando quelle che sono le mie cicatrici. Le cicatrici non sono quelle che vedete, quindi quelle che potete, secondo me, ammirare, ma sono anche cicatrici dell’anima. Le donne colpite dal tumore al seno sono tantissime. Quelle che sono qui oggi, hanno fortunatamente superato il gravoso percorso, grazie anche a associazioni come Andos. Segue passo passo il percorso di ogni donna che deve affrontare sia fisicamente che moralmente un tumore al seno”.

Mauro Rosati, General Manager Isola di Albarella

“E’ un inizio di calendario sicuramente nuovo, diverso, fatto di solidarietà, fatto di una mostra che porta i segni di queste donne. Queste cicatrici che spesso noi siamo abituati a nascondere, perchè in questo caso si mostrano con un segno, con la vita che passa. Quindi anche un segnale di speranza, positivo in questo momento che tutti noi cerchiamo.

Abbiamo colto questa opportunità di dare un contributo ad Andos, che ha avuto un grande riscontro da parte dei nostri proprietari. Quindi un apertura che ritorna ad essere nella Domenica delle Palme, dopo due anni di pandemia. Ci dà grande fiducia e speranza per una stagione turistica che otterrà sicuramente degli ottimi risultati.”

Emma Marcegaglia, General Manager Isola di Albarella

“Sono molto felice che Albarella oggi ospiti una mostra cosi importante, una mostra dedicata alle donne, alla loro sofferenza, ma anche alla loro speranza. Noi siamo felici come Albarella di poter parlare di questo tema, nella nostra isola che accoglie tante persone importanti, professori, rappresentanti di associazioni. Insieme per ragionare su malattia, ripresa, speranza e in un momento cosi difficile come questo. La guerra, dopo la pandemia parlare di speranza credo sia un messaggio molto importante per tutti.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button