Home Video Gallery Servizi Economia e società Zanardo: Espandiamo la zona franca del porto

Zanardo: Espandiamo la zona franca del porto

1307

Intervista all’imprenditore Damaso Zanardo, presidente della commissione Città Metropolitana, il quale ci ha parlato dei progetti per il porto di Venezia e di un suo progetto privato

Abbiamo intervistato l’imprenditore Damaso Zanardo, presidente della commissione Città Metropolitana, il quale ci ha parlato dei progetti in atto riguardanti il porto di Venezia, per sfruttarne l’enorme potenziale ancora nascosto. Il porto di Venezia, infatti presenta una zona franca, ovvero un’area doganale limitata dove effettivamente le merci vengono lavorate in esenzione di dazi doganali. A partire da questo concetto esistono le ZES cioè zone economiche speciali, dove sono presenti agevolazioni di tipo fiscale. Il porto veneziano ha già una zona franca, che conta, però, solamente 8.000 metri quadrati, giudicati troppo pochi per uno sviluppo economico concreto. Da questo aspetto parte il progetto, che richiede la presenza di almeno 50 ettari ed un collegamento con i trasporti.
L’imprenditore ci ha, poi, parlato di un progetto privato che ha previsto il riutilizzo dell’area industriale ceramiche Pagnossin con lo scopo di creare una sorta di cittadella, che funga da vetrina per piccoli produttori di prodotti gastronomici tipici, aiutati dalla forza collettiva che si verrebbe a creare e dalla vicinanza all’aeroporto, costituendone un punto strategico per la produzione ed anche per l’esportazione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here