Radio Venezia Musica

Måneskin pronti a suonare negli stadi

I Måneskin sono stati ospiti di Fabio Fazio a Che Tempo che Fa ed è stata l'occasione per festeggiare i risultati record di "The Loneliest"

Ieri, 16 ottobre, i Måneskin sono stati ospiti di Fabio Fazio a Che Tempo che Fa ed è stata l’occasione per festeggiare i risultati record di “The Loneliest”. Il nuovo singolo della band ha ottenuto il record di singolo di debutto più ascoltato al mondo su Spotify e anche in testa alla classifica FIMi italiana.

Le parole di Damiano:

La band ha ripercorso il periodo da cui sono reduci. “Ultimamente le cose vanno a una velocità tale che è difficile rendersene conto. Ma lo capiamo quando saliamo sui grandi palchi e lì ce la godiamo. Nell’ultimo anno abbiamo passato solo 30 giorni complessivi in Italia, ultimamente le cose vanno a una velocità a cui è davvero difficile pensare. Quando però sali su palchi come quelli di Rock in Rio o del Coachella, ti rendi conto di quello che stai facendo.”

I ricordi di Victoria:

La band è anche ritornata nel passato con i ricordi, raccontando come si è formata. A rispondere è Victoria: “Io, Thomas e Damiano andavamo alle medie insieme, era una scuola a indirizzo musicale e potevamo scegliere di studiare pianoforte o percussioni, chitarra. Damiano era il fighetto della scuola! Mentre Ethan l’abbiamo trovato su Facebook. Facevamo schifo ma ci provavamo!”.

La dichiarazione di Ethan:

A riguardo del loro successo in chiave rock, un genere tornato in auge anche grazie alla loro risonanza mondiale Ethan sostiene che: “Per noi la cosa importante è sempre stato fare una musica che ci rappresentasse, che fosse al 100% nostra, anziché uniformarci al genere. La musica è ciclica, il rock come genere musicale -non come attitudine- negli anni 60 e 70 era di moda, era quello nelle classifiche parlando in ‘modernese’. In qualche modo è tornato ora in chiave moderna tramite le nostre mani, ma noi abbiamo semplicemente fatto una cosa che ci piace fare, non ci aggiudichiamo un titolo.”

I Måneskin a riguardo alla loro crescita e al loro successo:

“Non credevamo si potesse arrivare a tanto con questa velocità. Tutto quello che abbiamo fatto, sempre sin dall’inizio della nostra carriera, l’abbiamo fatto puntando sempre molto in alto. Ma saremmo stati matti a immaginare quello che è successo in un anno e mezzo. Quest’esperienza ci ha fatto crescere tantissimo, la nostra fortuna è stata vedere tante realtà differenti, in giro per il mondo.

Sia per scrivere nuova musica, per prendere ispirazione, sia per accrescere il livello di maturità. Questo viaggio che stiamo facendo insieme è solo un percorso di crescita, questo stile di vita, non è la soluzione a te stesso. È uno stile di vita che dà tante soddisfazioni ma non ci fa bruciare le tappe sotto l’aspetto interiore personale. Quello va comunque “lavorato” a prescindere dal lavoro che si fa.”

La vita in tour dei Måneskin

La band racconta anche della loro vita in tour, delle celebrità incontrate, di come Damiano e Thomas abbiano inseguito a lungo Shakira per poter fare una foto con lei e degli incontri che più li hanno colpiti con Mick Jagger, Slash, Keith Richards e Iggy Pop. Ma anche di come, dopo mesi di live tornino in Italia solo per ripartire poco dopo, senza neanche il tempo di disfare le valige. A Thomas e Victoria, dicono, piace festeggiare.

Måneskin e trasgressione

Ma proprio sul concetto di trasgressione ci tengono a specificare: “Quella di ‘Sesso, droga e rock&roll’ è un’idea molto superata. Per rispetto verso noi stessi e per le persone che ci vengono a guardare e che ci seguono abbiamo la responsabilità di dare il 100% di noi.”

Per la prima volta negli stadi

Per concludere, riepilogate le date del tour mondiale, i Måneskin annunciano anche la novità più grande: i primi stadi della loro carriera, il 20 luglio a Roma, Stadio Olimpico, e il 24 luglio Milano, San Siro.

Leggi anche: Måneskin, uscito il videoclip di ‘The Loneliest’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Disattiva AdBlock per sostenerci

Televenezia ogni giorno mette a disposizione informazioni e contenuti gratuiti. La libertà d'informazione deve essere sostenuta e Televenezia lo fa anche grazie ai banner pubblicitari. Sostienici e disattiva AdBlock