Radio Venezia Musica

Best Italian Act, MTV EMAs: i candidati

"Best Italian Act", i cinque nomi in lizza per il premio dell'MTV EMA. Ultimi giorni per votare

Dopo la vittoria del ventiduenne AKA 7even dell’ambito premio del Best Italian Act dell’MTV EMA dello scorso anno, aspettiamo intrepidi l’esito di quest’anno, per cui concorrono cinque dei più rinomati artisti italiani del 2022. A contendersi il titolo, infatti, troviamo Ariete, Blanco, Elodie, i Pinguini Tattici Nucleari e i Måneskin, che, con le loro canzoni, hanno animato i mesi scorsi con ascolti record.

Sarà, come sempre, il pubblico a decidere chi si aggiudicherà l’MTV EMA e rimane ancora poco tempo per votare: il 9 novembre alle 23:59, infatti, terminerà ufficialmente la possibilità di far vincere il proprio artista preferito. Dunque, sarà bene correre, ma, prima di recarsi al sito degli MTV EMAs, guardiamo chi sono gli artisti in gara e scopriamo qualcosa in più su di loro.

Ariete

In arte Ariete, Arianna Del Giaccio, ventenne originaria di Anzio, vede il suo esordio come cantante con la partecipazione alla tredicesima edizione di X Factor, durante la quale, tuttavia, si ferma ai Bootcamp. Nonostante l’eliminazione, l’esperienza le frutta immediatamente un grande debutto nel mondo della musica, poiché nel 2019 esce su Youtube il primo singolo Quel Bar, seguito, qualche mese dopo da 01/12.

Dopo il contratto con la casa discografica Bomba Dischi, Ariete pubblica il suo EP d’esordio Spazio, con ben due tracce da disco d’oro.  Iniziano poi per Ariete le collaborazioni. Tra queste, da ricordare quella con il duo Psicologi, con il singolo Tatuaggi e quella con Rkomi, con Diecimilavoci. Il 25 febbraio 2022, esce Specchio, l’album d’esordio che si inserisce subito tra gli album più venduti e che dà il nome al tour che ha portato quest’anno Ariete in tutta Italia. E così la ritroviamo in lizza per la Best Italian Act.

Blanco

Classe 2003, Blanco è uno dei cantautori più rinomati dell’ultimo anno, in particolare grazie alla vittoria con il singolo Brividi con Mahmood al Festival di Sanremo che lo ha portato a vette altissime nel mondo della musica, fino alla sua esibizione a Piazza San Pietro lo scorso aprile.

La sua carriera nasce con la firma di un contratto nel 2020 con la Universal Music e, da quell’anno, Blanco collezione uno dopo l’altro i suoi successi, ad iniziare dal ritornello della hit La canzone nostra scritta in collaborazione con il produttore Mace e il rapper Salmo, fino ad arrivare alla riscoperta da parte del pubblico di Notti in bianco di un anno prima. Il 10 settembre 2021 esce l’album d’esordio dal titolo Blu celeste, che conferma Blaco come una delle scoperte musicali degli ultimi tempi.

Elodie

Arriviamo dunque ad Elodie (all’anagrafe, Elodie Di Patrizi), la cantante romana che nel 2015 riesce a dare il via alla propria carriera da solista e che nel 2016 si consacra con Un’altra vita, il suo album d’esordio.

Dopo la partecipazione al Festival di Sanremo del 2017, dove raggiunge l’ottavo posto con il brano Tutta colpa mia, Elodie, tra il 2018 e il 2019, inizia a collezionare hit e collaborazioni. Basti citare Nero Bali, realizzata con Gué Pequeno e Michele Bravi, nella top 10 dei dischi più venduti in Italia; o Pensare male che, a due settimane dall’uscita, fa ottenere a Elodie e ai The Kolors il nono posto tra i brani più trasmessi in radio.

Il 2020 segna per Elodie la seconda partecipazione al Festival di Sanremo, con il brano Andromeda, prima traccia di This is Elodie, terzo album della cantante, che si certifica platino e consacra l’artista come una delle pop star più amate in Italia. Il successo della cantante si riconferma nel 2021, con le vendite dei singoli Vertigine e La coda del diavolo (con Rkomi). Non solo: Elodie ora si apre anche al cinema, diventando la protagonista del film Ti mangio il cuore.

Basterà per la vittoria della Best Italian Act?

Måneskin

Ormai non esiste persona che non conosca loro, i Måneskin. Dal loro esordio sul palco di X Factor durante i casting dell’undicesima edizione del talent, infatti, una carriera tutta in salita con un successo dietro l’altro.

Il gruppo rock romano formato da Damiano David, Victoria De Angelis, Thomas Raggi ed Ethan Torchio, nel 2017 firma un contratto con la Sony Music e nel 2018 il triplo platino di Morirò da re, seguito dal successo del singolo Torna a casa, consacrano l’album Il ballo della vita, nome dato anche al Tour, tutto esaurito in Italia e in Europa.

L’anno dei Måneskin, è però sicuramente il 2021 in cui, con la vittoria del Festival di Sanremo, si arriva a quella internazionale dell’Eurovision Song Contest, che premia il singolo Zitti e buoni con un primo posto, e innalza il nome del gruppo agli apici della musica internazionale. Non finisce qui, poiché la classifica mondiale Spotify vede l’ascesa dei brani I Wanna Be Your Slave e Beggin’ e che conducono i giovani artisti ad essere i primi italiani a vincere un MTV VMA, per il miglior video alternativo con I Wanna Be Your Slave.

Di certo la nomina al Best Italian Act non è che uno dei tanti successi della band del momento.

Pinguini Tattici Nucleari

Riccardo Zanotti, Nicola Buttafuoco, Lorenzo Pasini, Simone Pagani, Matteo Locati e Elio Biffi formano la band che ad oggi è una delle più ascoltate d’Italia, sia da giovani che non. Partecipando alla 70° edizione del Festival di Sanremo con la loro Ringo Starr, i Pinguini Tattici Nucleari hanno già alle spalle dieci anni di attività, di cui ricordiamo Cartoni animati (2012) e gli album Il re è nudo (2014), Diamo un calcio all’aldilà (2015) e Gioventù brucata (2017).

È solo però nel 2019 e con l’album Fuori dall’hype (pubblicato per la prima volta da Sony Music), che i Pinguini Tattici Nucleari iniziano a far davvero parlare di sé. Complice il successo dei brani Verdura e Irene e dell’album, quando arriva la volta di Ringo Starr al Festival di Sanremo, l’attenzione del pubblico è tale da consentire la ristampa dell’album Fuori dall’hype, che questa volta si compone anche del singolo sanremese e di altri pezzi. Il loro successo continua,

Con l’annuncio, il maggio scorso, del work in progress per il nuovo album, non sono mancate le pubblicazioni di altre vere e proprie hit, nella classifica delle più trasmesse in radio: come Giovani Wannabe e Ricordi.

Leggi anche: Evgenij Kissin, il pianista moscovita si oppone alla Russia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Disattiva AdBlock per sostenerci

Televenezia ogni giorno mette a disposizione informazioni e contenuti gratuiti. La libertà d'informazione deve essere sostenuta e Televenezia lo fa anche grazie ai banner pubblicitari. Sostienici e disattiva AdBlock