Il Veneto in questi giorni è stato il primo in Italia a varare una legge per la conoscenza della Shoah e per il Giorno della memoria.

La Regione stanzierà 100.000 euro per finanziare svariate iniziative dedicate al 27 gennaio. Fra queste un concorso studentesco, viaggi di istruzione nei lager, eventi con deportati ed esperti, premi per tesi di laurea.

Shoah

«Ci rivolgiamo soprattutto ai giovani” spiega il governatore del veneto Luca Zaia “perché sappiamo quanto possono essere coinvolti dal negazionismo che dilaga in Rete.” Oltre alla legge lunedì Luca Zaia onorerà al Ghetto di Venezia indossando la sua kippah viola. “Siamo orgogliosi di essere i primi in Italia, nella consapevolezza di custodire a Venezia il Ghetto più antico del mondo. Per noi è continua testimonianza dell’orrore rappresentato dalla Shoah».

Contro il negazionismo, Luca Zaia non si ferma e come ogni anno lunedì il governatore onorerà al Ghetto di Venezia, il più antico del mondo, indossando la sua kippah viola. Questo in occasione delle celebrazioni per il 75° anniversario della liberazione di Auschwitz-Birkenau,

L’aggressione di Arturo Scotto

Nei giorni scorsi, infine, Zaia ha condannato l’aggressione in piazza San Marco all’ex deputato Arturo Scotto. Ha inoltre suggerito alla senatrice Liliana Segre, una donna dalla storia tragica e dalla levatura straordinaria, di rinunciare alle troppe cittadinanze onorarie che sono solo strumentalizzazione politica, chiedendo che vengano conferite piuttosto alla Comunità Ebraica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here