Servizi Cronaca

Rifiuti illeciti: scoperto giro da 22 mila tonnellate

Una montagna di rifiuti, anche speciali, alta 5 metri e grande come Piazza San Marco è stata smaltita illecitamente da un gruppo di imprenditori del Nord in combutta con alcuni del Sud

Una montagna di rifiuti illeciti alta 5 metri e grande come Piazza San Marco è stata smaltita illecitamente da un gruppo di imprenditori del Nord in combutta con alcuni del Sud. Questa è l’accusa con cui i Carabinieri di Belluno stamani hanno arrestato 12 persone. Contestualmente, hanno sequestrato 3 capannoni oltre a beni mobili e immobili per un valore di 1,5 milioni di euro.

Sette province coinvolte

I militari parlano di gravi indizi e di un’operazione che è scattata, oltre che a Belluno, anche nelle province di Treviso, Padova, Vicenza, Napoli, Avellino e Pisa. L’indagine, coordinata dalla DIA (Direzione Investigativa Antimafia) di Venezia, è partita da un’importante ditta di rifiuti, coinvolta in un giro in cui gli imprenditori del Sud, operanti nello smaltimento della plastica, cedevano i loro rifiuti ad aziende del Nord. Questi introducevano quindi il materiale nei loro cicli produttivi, o lo stoccavano in luoghi improvvisati.

Rifiuti illeciti

Si parla complessivamente di 22000 tonnellate di rifiuti. Gli investigatori parlano anche di elementi concreti che portano a documenti fiscali irregolari. Questi servivano per nascondere il profitto del traffico illecito e fanno ipotizzare il dirottamento di 2 milioni di euro in conti esteri.

Indagati e a piede libero anche 10 correi responsabili di condotte analoghe, ma meno gravi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button