ricette

L’Insalata di Gallina Padovana: provatela!

Insalata di Gallina Padovana: dopo averla cotta in un brodo di verdure e spezie, sfaldate la polpa e spargetela sopra a dell’insalata, con pinoli e uvetta.

“Il ballo è servito”, il programma in onda su Radio Venezia tutti i giorni (fra le 12.00 e le 14.00), con Sante lo chef della musica, vi propone una gustosa Insalata di Gallina Padovana. La Gallina Padovana a gran ciuffo (conosciuta anche come Gallina con la capeoza), simbolo di identità e legame con Padova, in realtà è stata importata dalla Polonia nel 1500 da alcuni studiosi della città del Santo. Grazie alle penne sul capo, che sostituiscono la cresta, risultò essere più tollerante al freddo rispetto alle razze locali, con una buona produzione di uova anche nel periodo invernale.

Il singolare pennuto, oltre al ciuffo, ha barba e favoriti

La caratteristica principale della Gallina Padovana è la conformazione del cranio, sul quale sorge una protuberanza ossea (l’ernia craniale), che sostiene un ciuffo di penne di notevoli dimensioni, quello pendente sotto il mento va a costituire la cosiddetta “barba”, mentre gli altri due sotto gli occhi sono i “favoriti”. La Gallina Padovana è un pollo medio-leggero con corpo mediamente lungo (il gallo raggiunge i 2 kg di peso, la gallina 1,5 kg) e un portamento molto elegante anche se, a causa del ciuffo che ne limita la vista, i movimenti sono lenti. (QUI per saperne di più)

L’Insalata di Gallina Padovana si fa così

Per 6 persone: 1 gallina padovana
50 gr di pinoli / 50 gr di uvetta
200 gr di insalata / 1 carota
1 gambo di sedano / 1 cipolla
alloro / chiodi di garofano
olio evo / senape / sale / pepe

Procedimento: immergete la vostra Gallina Padovana in una pentola colma d’acqua con sedano, carota, cipolla, alloro e chiodi di garofano e cuocetela finché non sarà tenera, quindi spegnete e lasciatela raffreddare nel suo brodo. Intanto, mettete in ammollo l’uvetta nel vino bianco, così quando la gallina sarà fredda, la disossate, ne sfaldate la polpa e la spargete sopra all’insalata, che avrete già distribuito su un piatto da portata. Infine, aggiungete i pinoli, l’uvetta, magari anche dei pomodorini se vi fa piacere, e condite con un cucchiaio di senape mescolata con dell’olio, sale e pepe, oppure succo di limone, olio e sale. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button