Radio Venezia Gossip

Ezio Bosso: il suo funerale in forma strettamente privata

I familiari di Ezio Bosso, deceduto a 48 anni d'età a causa del degenerare delle patologie che lo affliggevano da anni, chiedono riservatezza.

Funerale in forma strettamente privata per Ezio Bosso

Il maestro Ezio Bosso, deceduto ieri a 48 anni d’età nella sua casa di Bologna, è morto «a causa del degenerare delle patologie che lo affliggevano da anni», come spiega una nota diffusa qualche ora fa, che chiede riservatezza e parla dei funerali: «Sia i familiari che la sua famiglia professionale, chiedono a tutti il massimo rispetto per la sua privacy in questo momento sommamente personale e intimo: l’unico modo per ricordarlo è, come sempre è stato e come sempre ha ribadito il Maestro, amare e proteggere il grande repertorio classico a cui ha dedicato tutta la sua esistenza e le cui sorti in questo momento così difficile sono state in cima ai suoi pensieri fino all’ultimo. Le esequie si svolgeranno in forma strettamente privata».

Era diventato popolare intervenendo a Sanremo 2016

Tra i più celebri pianisti e compositori della musica classica italiana, Bosso soffriva da anni di una malattia neurodegenerativa, che comunque non gli aveva impedito di raggiungere una notevole popolarità grazie alla partecipazione come ospite al Festival di Sanremo 2016. La scomparsa segna quindi un lutto non solo per la musica colta, a cui si è dedicato creando sinfonie, composizioni per orchestra, opere e balletti, ma è stato vicino anche al mondo del cinema, per il quale ha scritto diverse colonne sonore, famosa la collaborazione con Gabriele Salvatores.

Soffriva da tempo di una malattia autoimmune

La malattia autoimmune – che gli fu diagnosticata nel 2011 dopo un intervento per un tumore al cervello – presentava sintomi affini a quelli della SLA, tanto che la prima diagnosi parlò proprio di sclerosi laterale amiotrofica: la patologia aveva colpito i motoneuroni, le cellule cerebrali responsabili del controllo dei movimenti. QUI alcune delle dichiarazioni di esponenti del mondo dello spettacolo e non solo, compreso il Presidente Sergio Mattarella che lo ricordato su Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close