Radio Venezia Gossip

Brad Pitt e Angelina Jolie: affidamento congiunto dei figli

Rifiutata la proposta di affidamento esclusivo ad Angelina Jolie dei sei figli. L'attrice indignata per il giudice, ritenuto di parte.

Il tribunale ha dato ragione a Brad Pitt nella battaglia per l’affidamento dei sei figli della ex coppia. Angelina Jolie aveva accusato Pitt di violenza domestica, ma il giudice (da lei ritenuto non imparziale) ha rifiutato di far testimoniare i ragazzi contro il padre e ha decretato che dovranno dividere il tempo con entrambi i genitori.

Vittoria per Brad Pitt

Vittoria per Brad Pitt, cui il tribunale ha dato ragione nella causa che lo ha visto impegnato contro la ex moglie Angelina Jolie. L’attore avrà la custodia congiunta dei sei figli che ha cresciuto con la diva (tre naturali e tre adottati).

Si conclude così una lunga battaglia che durava dal 2016, dopo che la Jolie ha divorziato da Pitt e lo ha accusato di essere una persona violenta (in particolare, avrebbe alzato le mani sul figlio più grande, Maddox).

Le dichiarazioni insufficienti di Angelina

Come riporta US Weekly, il 13 maggio il giudice John Ouderkirk ha emesso un’ordinanza che ordina ai due ex coniugi di dividersi l’affidamento dei sei ragazzi (Maddox, 19 anni, Pax, 17, Zahara, 16, Shiloh, 14, e le gemelle Knox e Vivienne, 12).

“La testimonianza [della Jolie] mancava di credibilità in molti punti importanti, e l’ordine di custodia esistente tra le parti deve essere modificato, su richiesta del signor Pitt, nel migliore interesse dei bambini”, si legge sui documenti ufficiali del tribunale.

In altre parole, l’attrice non sarebbe riuscita a dimostrare la sua versione sul comportamento di Pitt, benché nel 2020 avesse affermato di poter portare “prove a sostegno” di presunti episodi di violenza domestica commessi dall’ex marito.

Secondo una fonte vicina a Pitt, la mossa di negare la custodia dei ragazzi sarebbe stato un modo per ferirlo da parte della Jolie, che ha sempre raccontato di aver vissuto il periodo del divorzio come un trauma pesante. “Mi sono separata per il bene dei miei figli”, aveva detto Angelina.

Un giudice imparziale?

L’impressione è che il mondo di Hollywood abbia sempre sostenuto Brad Pitt: basta pensare al grande applauso ricevuto ai Golden Globe 2017 e all’Oscar vinto con C’era una volta a… Hollywood (ben diverso è stato il trattamento per altri personaggi accusati di violenza).

D’altra parte, Angelina Jolie ha accusato il giudice Ouderkirk di non essere imparziale e nel 2020 ha cercato di farlo rimuovere dal caso perché l’uomo non avrebbe parlato di “rapporti d’affari e professionali in corso” con Pitt e il suo team legale. Il giudice ha anche vietato che i figli della coppia testimoniassero contro il padre, sollevando le proteste della Jolie. A questo punto, però, appare chiaro che l’attrice ha perso la sua battaglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button