Home Notizie Articoli di Economia e società Zanzara Day: a Musile la consegna delle compresse antilarva

Zanzara Day: a Musile la consegna delle compresse antilarva

2090
Zanzara Day: a Musile la consegna delle compresse antilarva

Zanzara Day: sabato mattina verranno consegnate alla popolazione le compresse antilarva. «La lotta alle zanzare in questo periodo è fondamentale», spiega il sindaco Silvia Susanna

Lotta alle zanzare, il Comune consegna alla cittadinanza le compresse antilarva per controllare la proliferazione dell’insetto. L’amministrazione comunale, oltre agli interventi larvicidi effettuati sul territorio, interviene infatti con un’ulteriore provvedimento pensato per raggiungere il miglior risultato possibile. Sabato mattina, dalle 10.30 alle 11.30, in tutte le frazioni e in centro saranno allestiti dei gazebo dove i cittadini potranno ricevere informazioni e soprattutto, in maniera gratuita, ottenere le compresse antilarva mostrando il proprio documento d’identità. Personale apposito sarà quindi a disposizione a Musile, Caposile, Croce e Millepertiche.

«La lotta alle zanzare in questo periodo è fondamentale», spiega il sindaco Silvia Susanna, «e il Comune ha pensato ad una strategia nuova che si somma ai normali trattamenti, ossia quella delle pastiglie biologiche nei tombini. Ma per riuscire a controllare il fenomeno c’è bisogno di uno sforzo collettivo e che tutta la cittadinanza segua delle semplici regole, come per esempio quella di evitare la formazione di piccole raccolte d’acqua stagnante o quella di svuotare le acque meteoriche contenute nei vasi o nei piccoli serbatoi nel terreno e non nelle caditoie».

Tra i vari consigli anche quello di coprire con teli di plastica o zanzariere eventuali contenitori d’acqua inamovibili, come vasche, bidoni e fusti per l’irrigazione. Ma anche utilizzare insetticida larvicida in compresse ogni 3-4 settimane, o spruzzare settimanalmente anche un comune insetticida domestico nelle caditoie di raccolta delle acque meteoriche. Quindi collocare nelle eventuali vasche d’acqua dei giardini alcuni pesci rossi.

«Con l’arrivo dell’estate», interviene anche l’assessore all’ambiente Elisa Pierobon, «continua il nostro impegno e la nostra azione di disinfestazione dei centri abitati e nei fossati vicini alle residenze, nonché gli interventi effettuati durante le manifestazioni pubbliche. Con l’aiuto di tutti i cittadini si può contrastare efficacemente il proliferare delle zanzare. Uno scudo omogeneo può avvenire solo se si agisce unitamente sia nelle aree pubbliche che in quelle private».

I luoghi privilegiati di riproduzione della zanzara tigre sono infatti i piccoli vasi contenenti, anche temporaneamente, dell’acqua, bottiglie e barattoli aperti, abbeveratoi per animali, vecchie grondaie, contenitori per la raccolta temporanea dell’acqua nei giardini o comunque abbandonati, caditoie di raccolta delle acque meteoriche stradali e copertoni abbandonati con acqua all’interno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here