Servizi Cronaca

Zaia. “Un solo parametro ci separa dalla zona gialla”

"I tre parametri, che devono essere tutti e tre valutati per il passaggio di zona sono: l'incidenza, l'occupazione in area critica e l'occupazione in area non critica. Guardando dunque i dati attuali in Veneto, siamo appesi al filo dell'occupazione in area medica, l'area non critica." così Zaia in conferenza stampa.

Il comune di Venezia anticipa le restrizione del super green pass a questo fine settimane e dunque già in queste ore è obbligatorio a venezia indossare mascherine nei mercati rionali e nei luoghi della movida veneziana. Nella diretta di oggi il presidente della regione Luca Zaia avverte: con 115 ricoverati in terapia intensiva rischiamo di passare in zona gialla

“549 in area non critica, 15 in più, e 115 in area critica quindi in terapia intensiva, dieci in più”, questi i dati di oggi in Veneto, forniti dal Presidente Zaia in conferenza stampa su un possibile passaggio in zona gialla.

I tre parametri

“Cosa accade allora” continua il Presidente, “I tre parametri, che devono essere tutti e tre valutati per il passaggio di zona sono: l’incidenza che al momento è a 3.17. Per il passaggio di zona bisogna avere 150. Primo parametro superato. Occupazione area critica; terapie intensive. Siamo al 10%; io direi secondo parametro superato. Occupazione area non critica, siamo al 8%. Dobbiamo arrivare al 15%. Siamo quindi appesi al filo dell’occupazione in area medica, l’area non critica.”

Zaia: “il passaggio in zona gialla non è una passeggiata”

“Vorrei ricordare che il passaggio di zona non è una passeggiata, anche se è ‘abbastanza morbido’ passare dal bianco al giallo. In zona gialla avremmo: le mascherine obbligatorie anche all’aperto, riduzione a quattro i posti al tavolo al ristorante; quindi diminuisce come capacità il ristorante e diventa anche problematico mettere insieme magari un pranzo di famiglia. E riduzione al 50% di capienza di cinema e teatri.” Conclude così la sua conferenza stampa di oggi il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button