Servizi Cronaca

Zaia: tra due settimane potremo chiudere la partita degli over60

Il Presidente Luca Zaia: "Appello agli over65, se non vi saranno indicazioni continueremo a vaccinare per classi d'età"

Gli over 80 ormai sono coperti e ora la fascia sociale più a rischio è costituita dagli over 65 e sono proprio loro che tardano a chiedere la prenotazione. Parla il governatore del Veneto Luca Zaia.

Il Bollettino

I dati di oggi riportano 721 casi in più di ieri, i totali positivi in questo momento sono 21.014 (meno 909 rispetto a ieri). I ricoveri in ospedale si attestano su 1186 ricoverati, di cui 878 in area non critica, 18 in meno di ieri. Mentre in terapia intensiva il dato è di 149 ricoverati, 2 in meno rispetto a ieri. I decessi sono 16.

Appello per i vaccini agli over 65

Il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia oggi alla Conferenza Stampa lancia un appello e parla del futuro delle vaccinazioni:

“La popolazione degli over80 è vaccinata con almeno una dose per il 96,6%. Gli over80 rappresentavano il cuore dell’infezione prima delle vaccinazioni oppure i cluster ospedalieri dove abbiamo vaccinato che non ci sono più.

I 70-79 hanno passato il 72,4% e i 60-69 abbiamo recuperato in due giorni il 10%, siamo al 30%.

Considerate che sono una popolazione di 600mila, se ne facessimo 30mila giorno, gli altri son richiami, vuol dire in una ventina di giorni farli tutti ma siccome ne abbiamo già fatto una buona parte in 10-15 giorni dovremmo chiudere la partita. Sono fiducioso, Siamo fiduciosi.

Le donne sopra i 75 anni e i maschi sopra i 65 anni sono le categorie più a rischio per il covid ad oggi.

Poi voi sapete che c’è anche un grande confronto a chi vaccinare perché c’è chi dice il liberi tutti dopo aver vaccinato i sessantenni, c’è chi dice scendiamo per categoria e fascia d’età, c’è chi dice iniziamo dai più giovani perché possono essere loro che garantiscono la circolazione del virus quindi è fondamentale un’espressione dal Comitato Tecnico Scientifico.

Manteniamo le indicazioni, se non ci saranno noi scendiamo sempre, andremo ai 40-49 dopo aver fatto i 50-59 e sono per altro le classi d’età più numerose, sono 800mila”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button