Servizi Cronaca

Zaia: tamponi salivari fai da te per il ritorno a scuola

È tutto pronto in Veneto per il rientro a scuola del 13 settembre. Zaia: "L'obiettivo è che la scuola rimanga aperta."

Ci dovremo preparare per la terza dose: lo ha annunciato oggi il presidente del veneto Luca Zaia nella diretta televisiva decisa per presentare il piano di apertura delle scuole. Il piano per scongiurare la dad è da far tremare i polsi per riaprire le scuole il 31 settembre con test salivari molecolari che saranno usati per controllare un esercito di 11 studenti ogni 15 giorni.

L’intervento del Governatore del veneto Luca Zaia in occasione del ritorno a scuola di lunedì 13 settembre. GUARDA ANCHE: Trasporto scolastico: dal 13 settembre riprendono i servizi per gli studenti

Il 13 settembre tutto il Veneto torna a scuola

“Il 13 tutto il Veneto tornerà a scuola. Per noi l’obiettivo è uno solo: testare, e fare in modo che la scuola resti aperta. Ringrazio la dott. ssa Palumbo, che è sempre stata disponibile e performante in questi 20 mesi. Noi speriamo che si inauguri un nuovo corso per la scuola, e si abbandoni definitivamente la dad.”

Ha proseguito la dottoressa Palumbo, Direttore Generale dell’Ufficio scolastico regionale del Veneto: “Il Presidente Zaia aveva già annunciato questo percorso delle scuole “sentinella”. Un tipo di monitoraggio che parte a livello nazionale. Un servizio che ci permetterà di stabilire la presenza del virus nelle scuole.

Questo lavoro di scuole-sentinella ci consentirà di identificare eventuali focolai e di fare delle valutazioni andamenti degli scenari epidemiologici.”

Ha poi continuato: “Abbiamo questo gruppo e questa distribuzione di scuole-sentinella per tutte le province del Veneto e per tutte e tre le fasce di età.

Ad ogni dirigente scolastico corrisponde un referente dell’azienda Ulss. Il test salivale-molecolare viene fatto a livello nazionale e per tutte le scuole-sentinella. Non c’è bisogno dell’intervento dell’operatore sanitario, ma il ragazzo raccoglie a casa la saliva all’interno della provetta con un’etichetta corrispondente alla persona, la quale viene poi inserita in una busta raccolta in un box nella scuola.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button