Servizi Cronaca

Zaia: “stop ad ordinanze a giugno e frontiere aperte”

Luca Zaia continua ad andare dritto per la sua strada e oggi ha annunciato lo stop alle ordinanze dalla fine di giugno. Sulle frontiere ha poi detto che vanno riaperte. Mentre gli assembramenti si affrontano con la mascherina e basta.

Luca Zaia durante la conferenza stampa di oggi ha mostrato, come al solito, il bollettino sul virus in regione. «I dati confermano il trend in discesa e sono in linea con il modello matematico che ci siamo fatti in casa – ha commentato il presidente del Veneto – A febbraio avevamo previsto gli ultimi pazienti residuali tra giugno e luglio e sarà così. Ma negli ospedali la grande scrematura dei pazienti è già avvenuta in buona parte».

Gli eventi

Altro tema cruciale ha riguardato le prossime riaperture in Veneto: «Se i dati medici sul contagio continueranno come in questi giorni per fine giugno conto di chiudere la partita delle ordinanze e delle riaperture – ha aggiunto Zaia – L’ipotesi resta quella di riaprire cinema e teatri dal 15 giugno». Entro fine mese la Regione sta lavorando anche a un possibile via libera per sale gioco ed eventi che prevedono assembramenti più ampi di persone: dalle fiere fino alle sagre locali, con tutte le nuove norme che ne conseguiranno per la riapertura in sicurezza.

Zaia e le frontiere

Ma il messaggio più forte comunicato oggi da Luca Zaia riguarda l’apertura delle frontiere e quindi il libero spostamento dei cittadini italiani verso l’Europa e dei cittadini europei verso l’Italia. «Le frontiere devono essere aperte con responsabilità – ha detto Zaia – Ci sono dei governanti europei che non rappresentano quei cittadini che vogliono tornare in vacanza in Italia. Noi non siamo gli untori d’Europa. Noi abbiamo avuto solo la sfortuna di aver affrontato per primi il coronavirus in Occidente. Ormai i dati lo dimostrano: l’incidenza dei contagi è bassissima ed anche la virulenza non è più quella di prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button