Servizi Cronaca

Zaia: crescita di positivi al Coronavirus, sono preoccupato

Sfogo del Governatore del Veneto nel corso del punto stampa di martedì 30 giugno. Otto nuove persone positive e 35 persone messe in isolamento nelle ultime ore

5 ricoverati, 8 positivi e 35 persone in isolamento in più. Il Covid non scompare anzi riavanza e Luca Zaia non nasconde la paura di una reinfezione. “Questi indicatori , ha detto oggi nell’incontro con i giornalisti non sono buoni per me. Se ci fosse una reinfezione pensate cosa uscirebbe da una spiaggia o una piazza affollata”.

Zaia e l’aumento dei positivi

Dati in crescita che hanno acceso una piccola spia di allerta nella mente del governatore, il quale si è appellato anche oggi ai veneti, chiedendo loro di rispettare le regole. «Questi indicatori non sono buoni – ha commentato Zaia – La “festa della liberazione” non funziona. Lo sport nazionale di non indossare più la mascherina e il fregarsene degli assembramenti rischiano di metterci nei guai. Le spiagge piene e gli assembramenti in piazza sono il modo migliore per veicolare un virus che è terribile.

In questo momento stiamo vivendo una fase in cui ognuno di noi deve decidere se andare a schiantarsi oppure se salvare la propria vita e quella degli altri cittadini. In questa condizione, non è il caso di diffondere allarmismi, però ho l’obbligo di dire ai cittadini di fare attenzione perché di Coronavirus si muore. E nessuno di noi ha alibi, perché se ci comportiamo in maniera corretta, il virus non torna. Il virus non va aiutato e ci sono dei cittadini che lo stanno aiutando. Se lo si vuole capire, bene, altrimenti la contabilità la faremo alle porte dell’ospedale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close