Servizi Cronaca

Voli covid tested anche all’Aeroporto di Venezia

Dal 16 maggio l'Italia riapre le frontiere ai paesi dell'UE oltre che da Gran Bretagna e Stati Uniti se i visitatori avranno tampone negativo. Niente più quarantena dunque e Venezia diventa il quarto scalo che sperimenterà i voli covid tested

Al Marco polo si inizieranno i voli Covid tested assieme allo scalo di Napoli. I passeggeri dovranno essere tamponati 48 ore prima della partenza e all’arrivo. Dal 1 giugno riparte anche l’aeroporto Canova di Treviso con il primo volo per Cagliari. Sono in corso i preparativi per accogliere i nuovi voli e la creazione della nuova base Ryanair

Volo covid-tested

L’aeroporto di Venezia sperimenterà assieme allo scalo di Napoli i Voli covid tested. Quest’ultima è la nuova parola che da qualche tempo è entrata nel vocabolario Covid da quando cioè Milano e Roma hanno inaugurato questi voli con passeggeri tamponati con esito negativo effettuato 48 prima del decollo e tamponati nuovamente all’arrivo. Chi scende da questi aerei può muoversi nel paese senza sottoporsi a quarantena o isolamento fiduciario.

Gli aeroporti di Venezia e Napoli andranno ad aggiungere rotte “sicure” a quelle già operative fino al 30 giugno, che sono: Atlanta – Roma Fiumicino; New York – Roma Fiumicino; Atlanta – Milano Malpensa; New York – Milano Malpensa. Con l’estensione della sperimentazione a Venezia e Napoli vengono aperte nuove rotte da e verso il Canada, Giappone, Emirati Arabi Uniti.

Dal 16 maggio inoltre un’altra ordinanza di speranza abolisce la quarantena per tutti coloro che entreranno in Italia via terra o via mare con tampone negativo. I voli covid-tested hanno conquistato anche la compagnia Emirates che dal primo riprenderà il volo Milano New York.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button