Servizi Economia e società

Brugnaro: proporrò la voga alla veneta Patrimonio dell’Unesco

Amore per l'artigiano ma anche per le tradizioni: la regata storica 2019 è diventata il trampolino di lancio per la voga alla veneta come patrimonio dell'Unesco assieme al Vetro di Murano

La voga alla veneta potrebbe diventare patrimonio dell’Unesco assieme al vetro di Murano. E’ l’idea lanciata dal sindaco di Venezia Luigi Brugnaro dalla machina, il palco da cui i dogi per secoli hanno assistito alla regata storica. Il primo cittadino ha colto l’occasione della gara in cui quest’anno hanno esordito cinque vent’enni per assicurare che la voga alla veneziana è ancora viva e va protetta.

Vogare come si fa in laguna era ed è tutt’ora una necessità: stare in piedi sulla barca è necessario per studiare il fondo ed evitare ostacoli dato il basso fondale che caratterizza la laguna in cui potrebbe incagliarsi l’imbarcazione.

Vogare in piedi però è anche un tecnica sportiva più difficile del canottaggio costringe ad usare i muscoli lombari e a fare più fatica tutta salute per il fisico. La voga alla veneta è l’ultima arrivata tra le proposte da fornire all’Unesco. Da anni si parla del vetro di Murano come di un bene da proteggere e nel futuro potrebbe rivelarsi una risorse per l’ambiente dato l’allarme contro l’invasione della plastica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close