Alberto Procopio ci descrive le particolarità di Villa Ca’ Zane Martin, stupendo edificio veneziano di fine Quattrocento.

La storia di Villa Ca’ Zane Martin, situata a a Dolo in Via Argine Sinistro, inizia sul finire del Quattrocento quando venne edificata dai nobili veneziani della famiglia Zane.

Acquistata nel 2001 dalla famiglia Martin, al termine di otto lunghi anni di ristrutturazione è stata riconvertita in una struttura alberghiera e di ristorazione.

Lasciata in uno stato di totale abbandono, la villa custodiva dei meravigliosi affreschi nascosti che sono stati rinvenuti durante le fasi di trivellazione.

Oggigiorno si identifica come una struttura a quattro stelle, il cui ristorante ha una capienza di 110 persone e dove è possibile svolgere eventi e cerimonie di ogni genere.

Tra questi risaltano ovviamente i matrimoni, tanto che i suoi gestori stanno pensando di appoggiarsi alla Glam Events di Camisano vicentino, specialisti nel wedding planner.

Secondo Alberto Procopio l’obiettivo futuro è però soprattutto quello di riuscire a sfruttare ancora meglio gli ampi spazi che ha da offrire.

Al rinomato e vastissimo parco della villa si intende infatti aggiungere una piscina, in modo da poter ampliare i servizi offerti agli ospiti.

Lo stile delle sue 21 stanze a disposizione ci viene descritto come variabile tra il rustico e il provenzale; viene inoltre dato spazio anche al gusto moderno nella sezione barchessa.

La ristorazione offre una vasta gamma di piatti, trattando sia carne che pesce, ma il suo format è destinato nell’immediato futuro a cambiare.

Allo scopo di attirare il maggior numero possibile di clienti, si sta infatti pensando di diversificarne l’offerta, aprendo anche a piatti più semplici.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here