Servizi Cultura e spettacolo

Via crucis in Vetro di Murano: la quindicesima stazione

La vittoria del Bene. Dal Credo Niceno Costantinopolitano. Percorriamo insieme a Marco Toso Borella la via Crucis in Vetro di Murano

Marco Toso Borella ci porta alla scoperta della Basilica dei Santi Maria e Donato nell’isola di Murano a Venezia. E’ proprio in questo luogo che possiamo osservare la quindicesima stazione della Via Crucis in Vetro di Murano. E’ stata creata secondo un’antica tecnica che appartiene ai muranesi da secoli. GUARDA LA QUATTORDICESIMA STAZIONE

Via Crucis in Vetro di Murano, la quindicesima stazione

Il terzo giorno è risuscitato secondo le scritture. E’ salito al cielo, siede alla destra del padre e di nuovo verrà nella gloria per giudicare i vivi e i morti e il suo regno non avrà fine. Gesù vince sul male ormai dormiente. Il suo messaggio irriga di luce, vita e speranza tutta la terra e tutti gli uomini di buona volontà. L’ultima parola contro il male è ancora sua. La resurrezione sconfigge la tenebra e allora la via verso la morte di croce, diviene via verso la luce di resurrezione.

E’ la quindicesima stazione che è la parte integrante di questa Via Crucis. Come la speranza deve essere parte integrante della nostra vita. Il messaggio di Cristo non è un racconto che ci deve sorprendere con un finale muto, inatteso, incompleto. Non può avere un dipanarsi che ci faccia dimenticare, anche solo per un istante, ciò che chiaro, sin dall’inizio, del suo percorso di dolore.

“Io risorgerò!” La Via Crucis non può finire alla quattordicesima azione. “Io risorgerò! Questo deve essere tenuto a me.” Ogni volta che Gesù cade, che viene deriso, offeso, seviziato. “Io risorgerò! Io vincerò contro ogni male come chi crede in me!” Allegorie del messaggio i due Pavoni, anticamente ritenuti incorruttibili e simboli di eternità, posti su un pavimento e sul vuoto sepolcro divenuto ormai custodia per nulla. “Io risorgerò!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button