Servizi Economia e società

Venice Sands: cresce il progetto per le località balneari unite

Prende quota il progetto Venice Sands, che con l'adesione di Venezia oggi rappresenta tutte le realtà balneari della costa veneta vale a dire 25 milioni di turisti l'anno. La presentazione oggi al Lido di Venezia

Prende quota il progetto “Venice Sands – Le spiagge di Venezia”. Grazie all’adesione di Venezia, con il Consorzio di promozione “Venezia e il suo Lido”, trova rappresentate tutte le realtà turistico balneari della costa veneta. Queste, da sole, sono capaci di far registrare 25 milioni di presenze turistiche all’anno. La presentazione del progetto si è svolta oggi al Lido di Venezia. Tra i presenti, il prosindaco del Lido, Paolo Romor, e l’assessore comunale alle Società partecipate, Michele Zuin. All’iniziativa sono inoltre intervenuti il vicepresidente della Regione Veneto, Gianluca Forcolin e l’assessore al Turismo del Veneto, Federico Caner. Erano anche presenti i presidenti dei Consorzi e i rappresentanti dei partner aderenti.

Il progetto “Venice Sands”

Nato nel 2017 dalla collaborazione tra i tre Consorzi di imprese turistiche riconosciuti dalla Regione Veneto, Bibione, Caorle, Jesolo, insieme ad Atvo, alle quali poi si sono aggiunte anche Eraclea, Cavallino-Treporti, Chioggia-Sottomarina e Isolaverde, il progetto ha l’obiettivo di valorizzare le peculiarità e le eccellenze del territorio delle città aderenti. Per questo promuove progetti di promozione turistica, in Italia e all’estero, in modo unitario. In due anni – hanno spiegato i promotori dell’iniziativa – sono stati distribuiti in varie fiere nel nostro Paese e all’estero circa 40mila kit di materiale promozionale. Il brand “Venice sands – Le spiagge di Venezia” ha raggiunto 450mila visitatori nel 2018 e 666mila nel 2019, il 48% in più rispetto all’anno precedente. L’azione di promozione turistica è stata veicolata anche attraverso varie testate giornalistiche, raggiungendo potenzialmente oltre 6 milioni di persone. A queste si aggiungono, grazie ad un’operazione congiunta con la Regione Veneto, gli oltre 11 milioni di passeggeri transitati negli aeroporti di Monaco di Baviera, Copenhagen e Francoforte e i visitatori dei siti e dei canali social dedicati.

L’assessore Zuin crede nel progetto

“Abbiamo deciso – ha esordito l’assessore Zuin – di aderire come Comune di Venezia a questo progetto utilizzando sia il Consorzio Venezia e il suo Lido che due nostre aziende partecipate, Vela Spa e Venezia Spiagge Spa. Questo perché crediamo nel valore di fare squadra anche rispetto alla promozione delle nostre spiagge che danno tante soddisfazioni alle nostre Amministrazioni e ai nostri ospiti”.

Le parole di Paolo Romor

“E’ con grande orgoglio – ha aggiunto Romor – che vediamo completarsi questo progetto con l’ingresso di Venezia. Ringrazio soprattutto gli imprenditori del Consorzio Venezia e il suo Lido che hanno saputo cogliere questa opportunità e aderire a un progetto che contribuirà alla promozione turistica del Lido e di Venezia grazie anche alla partecipazione a fiere internazionali. Opportunità che non avremmo potuto cogliere da soli e che permetterà di valorizzare le peculiarità caratteristiche e le vocazioni turistiche particolari di ogni singola località. Dall’accoglienza dedicata alle famiglie a quella più rivolta ai giovani e al divertimento. Dalle proposte alla scoperta dell’ambiente naturale a quelle di tipo culturale. In questo modo si offrirà  un ventaglio il più ampio possibile agli ospiti e questo permetterà di scegliere la vacanza che più si adatta alle loro esigenze”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button