Venice Fashion Week

Nel corso della prossima Venice Fashion Week (17-26 ottobre) verrà organizzata, il 23 ottobre, la “Giornata della moda sostenibile”. L’appuntamento, che sarà ospitato a Ca’ Sagredo, si comporrà della tavola rotonda “Uk-Italy: Lessons in Sustainable Fashion” e di un evento serale. Entrambi gli incontri saranno incentrati sul tema della sostenibilità della moda, sulla formazione degli stilisti del futuro e sull’educazione del consumatore. A confrontarsi saranno sia docenti, italiani e inglesi, esperti del settore, che giovani creativi, tra cui Tiziano Guardini e Patrick McDowell. L’iniziativa è resa possibile dalla collaborazione di Venezia da vivere con il Consolato generale britannico e il London College of Fashion.

Presentazione dell’evento

La presentazione dell’iniziativa è avvenuta oggi, sempre a Ca’ Sagredo, alla presenza, oltre che degli organizzatori della Fashion Week, Laura Scarpa e Lorenzo Cinotti, dell’assessore comunale al Turismo, dell’assessore regionale all’Istruzione, formazione e lavoro, nonché della responsabile Moda e Industrie creative del Consolato britannico, Marina Iremonger, della direttrice del London College of Fashion, Frances Corner Obe, dell’imprenditore e stilista Piergiorgio Silvestrin e di Rodolfo Bevilacqua, presidente dell’omonima Tessitura.

Obiettivo della Giornata della moda sostenibile

Obiettivi specifici della “Giornata della moda sostenibile”, tema dell’impatto ambientale e sociale della filiera della moda e cercare soluzioni nella formazione degli stilisti di domani e sulla necessità di promuovere tra la gente un consumo responsabile. L’assessore ha sottolineato come “questo approccio è lo stesso adottato anche dalla Città di Venezia, che ha lanciato la campagna internazionale #EnjoyRespectVenezia per educare il visitatore di oggi e di domani al turismo sostenibile. La sostenibilità della moda appartiene a una visione della contemporaneità, ed è importante che si stia affermando sempre più rispetto a solo qualche anno fa”.

La presentazione si è conclusa toccando necessità che emergono da alcuni anni in Italia, ma soprattutto nel Veneto, dove si assiste ad un preoccupante cortocircuito: aziende dell’alta moda, che ricevono richieste da tutto il mondo, trovano con sempre maggiore difficoltà figure professionali capaci di realizzare i loro prodotti. La Venice Fashion Week serve anche a rilanciare Venezia e il Veneto puntando sull’artigianato di alta qualità e ad avvicinare i giovani al mondo della moda, essendo questo un settore in grado di generare posti di lavoro per diverse tipologie di competenza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here