Servizi Cronaca

Vaporetto vaccinale nelle isole e Palaexpo in terraferma

Nelle isole veneziane arrivano i vaporetti vaccinali. Attivo anche il Palaexpo, di comodo accesso grazie ai servizi di trasporto.

E’ stata Sant’Erasmo l’isola dove Pasquetta, al posto della uova, ha portato i vaccini a bordo di un vaporetto. I medici dell’Ulss 3 Serenissima sono arrivati nella terra delle “castraure” dopo aver vaccinato 400 over 80 a Pellestrina e Burano-Mazzorbo-Torcello, e altre 1200 persone al lido. Circa 120 le vaccinazioni effettuate tra le 9.30 e le 15 tra gli abitanti di Sant’Erasmo e le Vignole a cui si sommano alcune vaccinazioni fatte, sempre nell’isola, a domicilio.

L’inoculazione delle dosi è avvenuta nel  “vaporetto vaccinale”, messo a disposizione da Actv su richiesta del Comune di Venezia. “Nessuno è stato rimandato indietro” hanno assicurato i sanitari dell’Ulss 3. L’obiettivo era di raggiungere tutti coloro che vivono isolati e che avrebbero dovuto affrontare notevoli disagi per raggiungere il terminal passeggeri al Tronchetto.

Nuovo centro vaccinale: Palaexpo

Da domani mercoledì invece dovrebbe essere più semplice arrivare nel nuovo centro vaccinale allestito al Palaexpo nel padiglione fieristico Acque ai Pili, il più grande del Veneto.

Ci sarà infatti un servizio navetta del gruppo Avm attivo dalle 8.17 alle 20.50 ogni 15 minuti. L’accesso da Venezia è garantito attraverso i bus in arrivo da Piazzale Roma o con i treni che fermano alla stazione ferroviaria di Porto Marghera. Inoltre, anche attraverso l’interscambio al centro di Mestre, è possibile arrivare da tutta la terraferma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button