Venezia: ventunenne marocchino fermato per rapina

Un giovane cittadino marocchino E.A.N. di 21 anni è stato posto in stato di fermo per rapina dalla Squadra Mobile di Venezia.

Il 16 Luglio 2018 la Squadra Mobile di Venezia ha posto in stato di fermo il cittadino marocchino E.A.N. di 21 anni per la rapina commessa, con l’appoggio di altri complici al momento non identificati, nelle prime ore del 24 Giugno 2018 in Via Garibaldi, a Venezia, ai danni di un minore.

Questi, mentre passeggiava per il centro storico dopo essere stato ad una festa con amici, veniva provocato ed aggredito dal malvivente, il quale, dopo averlo colpito con calci e pugni, gli sottraeva il telefono cellulare ed un marsupio.

Grazie ad attività infoinvestigativa, il personale della Squadra Mobile, durante un servizio di controllo del territorio finalizzato alla ricerca dei responsabili, nella mattina di lunedì scorso, in questo “Parco Pubblico Albanese”, ha riconosciuto il rapinatore, poi identificato come il cittadino marocchino E.A.N.

Il predetto, soggetto senza una dimora fissa, è stato sottoposto a perquisizione domiciliare presso una stanza subaffittata il giorno prima, luogo in cui sono stati rinvenuti e sequestrati gli indumenti da lui indossati la notte della rapina.

Per tale motivo E.A.N., che risulta avere precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e il divieto di dimora nella regione Emilia Romagna, è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto per il reato di rapina.

Il Giudice oggi ha convalidato il fermo e disposto che il ventunenne rimarrà in carcere in custodia cautelare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here