Si fa sempre più ingarbugliata la vicenda delle grandi navi a Venezia, anche perché le tre ipotesi prospettate dal ministro alle infrastrutture, Danilo Toninelli, hanno i loro prospetti negativi. Non appare facile la soluzione dati i limiti posti dal Ministro dell’ambiente Sergio Costa.

Costa ha garantito che entro il 30 giungo verrà presa una decisione e la scelta sarà condivisa con il territorio: regione, Comune, e comuni rivieraschi. E’ proprio però quest’ultimo punto che sarà il più difficile da raggiungere.

La posizione di Brugnaro

Il comune di Venezia, attraverso Luigi Brugnaro, sostiene soltanto l’ipotesi dello scavo del Vittorio Emanuele. Il ministro Costa, nel frattempo, ha dichiarato che non ci saranno scavi se non si conoscerà il contenuto dei fanghi e non sarà individuato il luogo dove collocarli, si tratta infatti di 600 mila metri cubi di materiale.

Le ipotesi per i progetti

Quanto alle altre tre ipotesi sono allo studio dei tecnici del ministro Toninelli.
Il sito più difficile da raggiungere è quello dell’ex cantiere del Mose e per questo viene preso in considerazione in seconda battuta rispetto al porto di Chioggia e al Lido San Nicolò. Sull’ipotesi Chioggia, anche il sindaco Ferro ha fatto notare il progetto del deposito di gpl, alla cui costruzione non ci sarebbe più ostacoli. La decisione sarebbe incompatibile con le grandi navi e in più non si sarebbe ancora deciso se far arrivare navi piccole o anche quelle grandi, certo il fondale andrebbe scavato, ma anche Chioggia è fragile, non meno di Venezia.

Anche l’ipotesi del Lido non appare ottimale perché il passaggio dei giganti del mare, si parla di 40 mila persone, tra arrivi e partenze, in una settimana rovinerebbe una delle spiagge più prestigiose al mondo.

La posizione delle compagnie delle navi da crociera

Le compagnie armatrici delle navi da crociera sono deluse “Si è persa di vista la soluzione più facile, quella dello scavo del Vittorio Emanuele”- hanno detto attraverso il loro portavoce.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here