Articoli Sportivi

Venezia FC: ultimati i lavori allo stadio Penzo, domenica il debutto

Presentato il rinnovato stadio Penzo. In soli 100 giorni lo stadio è passato dai 7.500 agli 11.150 posti, cui si aggiunge una lunga lista di interventi necessari per adeguare l'impianto di Sant'Elena ai requisiti necessari per disputare la Serie A.

Domenica 19 settembre, alle ore 15, lo stadio Pierluigi Penzo tornerà ad ospitare una partita di Serie A a distanza di quasi 20 anni dall’ultima volta. Di fronte il Venezia FC, al debutto stagionale tra le mura amiche dopo tre trasferte in campionato, e lo Spezia.

Venezia FC

I lavori di ampliamento e messa a norma dell’impianto che si trova sull’Isola di Sant’Elena sono stati completati in circa cento giorni. La Commissione provinciale pubblici spettacoli ha dato nei giorni scorsi il via libera al suo utilizzo.

Stadio Penzo

Tanti gli interventi necessari per rendere lo stadio, costruito nel 1913, adeguato alle prescrizioni della Lega di Serie A. La capienza, al momento al 50% per tutti gli stadi di Serie A in base alle norme anti Covid, è stata aumentata da 7.500 a 11.150 posti, il minimo richiesto per ospitare incontri della massima serie.

Smontato e poi rimontato il settore Distinti. Ristrutturate entrambe le curve, con la creazione, in quella Nord, di un settore riservato ai tifosi ospiti. In tribuna centrale sono stati invece installati nuovi seggiolini. Ampliata anche la tribuna stampa.

Ma il restyling ha riguardato anche il rifacimento del campo di gioco, gli spogliatoi, l’impianto di illuminazione, quello audio, la creazione di un’ area Hospitality e di una nuova sala stampa. Sono stati inoltre installati tornelli e filtri di sicurezza.

Sport City Days

E in coincidenza con l’evento Sport City Days, in programma domenica a Sant’Elena, durante la mattina, prima di Venezia-Spezia, lo stadio sarà aperto a bambini e ragazzi.

Il commento dell’Executive Manager del Venezia FC Gianluca Santaniello

“Tutto quello che avete visto stasera è stato reso possibile grazie ad un incredibile lavoro di squadra. Una squadra capitanata dal nostro consigliere e Responsabile Lavori Andrea Cardinaletti. Andrea ha trasmesso a questo cantiere, come in tutte le attività a cui apporta il suo contributo per il nostro club, esperienza e passione, senza queste ed i suoi insegnamenti e l’approccio metodologico tutto questo non sarebbe stato possibile.

Ci tengo a ringraziare anche il progettista e direttore lavori Architetto Renzo Rolani. Un nome lontano dai riflettori, un tifoso del Venezia. Prima di tutto rispettato la storia e la tradizione dell’impianto, non avremmo potuto scegliere interprete migliore per questo ruolo.

Un sentito grazie anche alla direzione operativa, nelle persone degli Ing. Sale e del nostro Ing. Lefter: 2 professionisti che hanno letteralmente vissuto al Penzo in questi 100 giorni, mettendo l’interesse del nostro club prima di tutto e di tutti. Nel compatto gruppo di testa aggiungo un fornitore in particolare, Dennis Zago e la sua ditta per il contributo multidimensionale in ambito edile, idraulico ed elettrico.

Ci tengo a sottolineare come un intervento di questo tipo, in un periodo storico complesso, rappresenti un importante occasione di sviluppo e indotto per il centro storico di Venezia, le sue attività economiche, l’isola di Sant’Elena. Oltre al Comune e le istituzioni tutte presenti in Commissione Provinciale, ci tengo a ringraziare tutta la struttura organizzativa del nostro Club.

Un progetto come questo ha richiesto uno sforzo extra ordinario, non solo per i nostri manutentori qui al Penzo, ma anche per la nostra amministrazione, l’area marketing ed operations, tutti hanno fatto la loro parte. Non nascondo che la fiducia della nostra Proprietà. Non ha esitato un secondo nell’investire su questo impianto, e della nostra area sportiva, sono state importanti componenti e motivazioni durante tutto questo percorso: tutto quello che facciamo è per i nostri tifosi e per i nostri giocatori.”

Il commento del Vicesindaco

Molto soddisfatto anche il Vice Sindaco, Andrea Tomaello: “Entro qui da tifoso del Venezia e sono emozionato a vedere il logo della A. Grazie ai fornitori perché hanno corso e dato il meglio di sè, oltre che a tutto il Venezia FC e alle persone che hanno ridato vita a questo luogo. Un grazie a tutti i tecnici del comune, ma anche agli altri enti e a chi nel suo piccolo ha dato un supporto per rendere semplice un lavoro complicato.

Come lo sport ci insegna, con una squadra tosta e determinata si raggiungono i propri risultati ma solo se tutti danno il meglio. Il Penzo ritorna ad essere la casa veneziana del calcio. Speriamo che tutti possano vedere quello che a mio avviso è lo stadio più affascinante al mondo. Teniamocelo stretto perché è unico forza Venezia.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button