Servizi Cronaca

Alcol: cresce del 12% l’uso tra i giovani veneziani

Allarme sul fronte dell'abuso di alcol. Il 12 % in più dei ragazzi a Venezia durante l'isolamento si è avvicinato agli alcolici

Dal 2020, nei territori dell’ULSS3 Serenissima, l’uso dell’alcol è cresciuto dal 25 a quasi il 37%, 12 punti percentuali in più. Il fenomeno riguarda soprattutto la popolazione maschile nella fascia dai 18 ai 24 anni, con una scolarità elevata e senza evidenti problematiche sociali.

Alcol

La tendenza si inserisce in un fenomeno più ampio che riguarda tutto il Paese e che è documentato da una ricerca dell’ISTAT. I dati rivelano che con l’esplosione del Covid 19 e con i conseguenti isolamenti, sono cambiate notevolmente le abitudini e lo stile di vita degli italiani.

L’isolamento ha incrementato il consumo incontrollato di bevande alcoliche e il mercato ha rafforzato nuovi canali alternativi e meno controllati anche rispetto al divieto di vendita ai minori. Al punto che ora, il consumo di alcol è aumentato anche tra le ragazze. Inoltre, rappresenta un importante problema di salute pubblica.  Responsabile in Europa di circa il 4% di tutte le morti e di circa il 5% degli anni di vita persi per disabilità.

Prevenzione

Nel mese della prevenzione alcologica, il servizio per la dipendenza dell’ULSS3 Serenissima, è impegnato sul territorio con iniziative di sensibilizzazione. Tra cui l’Alcohol Prevention Day, che si svolgerà a Pianiga, mercoledì 20 aprile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button