Servizi Cultura e spettacolo

Venezia 79: Red Carpet “Dead for a dollar”

Si è tenuta martedì 6 settembre la premiere di Dead for a Dollar, il nuovo film del regista Walter Hill che ha ricevuto anche il Leone d’Oro alla carriere.

Si è tenuta martedì 6 settembre la premiere di Dead for a Dollar, il nuovo film del regista Walter Hill che ha ricevuto anche il Leone d’Oro alla carriere. Insieme al regista ad accompagnarlo i protagonisti del film Christoph Waltz, Willem Dafoe, Rachel Brosnahan, Warren Burke, Benjamin Bratt.

La trama del film

Nel film Siamo nel 1897. Dead for a Dollar segue il famoso cacciatore di taglie Max Borlund fin nelle profondità del Messico. Qui si imbatte in Joe Cribbens, giocatore d’azzardo professionista e fuorilegge e suo nemico giurato, che Max aveva spedito in prigione alcuni anni prima. Borlund è in missione: deve ritrovare e portare a casa Rachel Kidd, moglie di un ricco uomo d’affari di Santa Fe, rapita e presa in ostaggio. Quando scopre che la donna è in realtà scappata da un marito violento, Max deve fare una scelta. Portare a termine la missione disonesta per cui è stato ingaggiato. O farsi da parte mentre spietati fuorilegge mercenari e il rivale di lunga data si fanno sempre più vicini. Max e il suo aiutante Alonzo Poe non hanno nulla da guadagnare se resistono: nulla, a parte l’onore.

Red Carpet di Dead for a dollar, di Walter Hill

  • Christoph Waltz con un vestito classico: un tuxedo con rever a scialle, papillon e lucidissime pumps. Tutto impeccabile, compresa la chioma candida
  • Willem Dafoe ha optato per un total black che gli dona particolarmente
  • Julianne Moore altera top e flop in maniera sorprendente. Ha optato per un lungo abito nero con spalline sottili.
  • Rachel Brosnahan ha scelto un look adatto a lei, una donna dalla personalità forte e decisa. Ha sfoggiato un abito Atelier Versace, con sfumature dal rosa al rosso. Abbinato a sandali nude e gioielli Bulgari in tinta.
  • La madrina Rocio Munoz Morales, ci aveva abituato talmente bene negli ultimi giorni che la sua scelta di stile è apparsa quasi sottotono. Sicuramente bella ed impeccabile, ma l’abito forse era più adatto ad una sposina.
  • Maria Sillandi, con un velluto del dress di Alexandre Vauthier e le calzature eleganti che la rendono più che adatta a questa scelta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button