Articoli SportiviEventi a Venezia

Veleziana: domenica 18 ottobre a Venezia la 13° edizione

Quello del 17 e 18 ottobre sarà un fine settimana tutto dedicato alla vela a Venezia: torna infatti domenica la Veleziana 2020

Lo spettacolo di poter vedere oltre cento imbarcazioni a vela nel bacino di San Marco ritorna anche quest’anno grazie alla Veleziana (www.compagniadellavela.org). La 13. edizione della manifestazione sportiva organizzata dalla Compagnia della Vela, che si terrà il 18 ottobre prossimo, seguirà la prestigiosa Barcolana  triestina dell’11 ottobre, in una ideale coda lunga che vuole unire l’Adriatico all’insegna dello sport velistico.

La Compagnia della Vela, nonostante il periodo “delicato” derivante dalle restrizioni dovute al coronavirus, ha scelto di proseguire nella promozione dello sport. Infatti, la Veleziana quest’anno si arricchirà di altri tre eventi “a corollario” nel corso del fine settimana, cioè la regata di vela al terzo, la Veleziana Sb20 e la Veleziana Dinghy.

Veleziana

«A causa delle restrizioni dettate dal Covid, siamo consapevoli che sarà difficile replicare il successo dello scorso anno, con oltre duecento barche a vela presenti. Questo però non ferma il desiderio e lo spirito sportivo, che da sempre caratterizza la Compagnia della Vela, nel promuovere i valori dello sport e dell’andar per mare», ha commentato il presidente della Compagnia della Vela Pier Vettor Grimani.

La novità

Per quel che riguarda la novità assoluta, la Veleziana Sb20, si tratta di una regata “Onedesign Sb20” che si terrà il 16 e 17 ottobre. Il campo di regata sarà a sud-est della diga foranea di San Nicolò al Lido di Venezia, per motivi organizzativi, le iscrizioni dovranno avvenire entro il 12 ottobre. Al fine di consentire una estesa partecipazione, l’intera flotta del circolo sarà presente, con otto imbarcazioni a disposizione di chi volesse prenotarle e cimentarsi nella manifestazione.

La Veleziana Dinghy intende invece bissare il successo di partecipazione dello scorso anno. La regata zonale dei Dinghy 12′ sarà un evento che porrà al centro dell’attenzione l’ultracentenaria classe in cui usualmente si cimentano anche i campioni olimpionici. L’organizzazione è effettuata dall’Avl, Associazione velica Lido, con la collaborazione della Compagnia della Vela e dell’Associazione Italiana classe Dinghy 12′. Il campo di regata sarà nelle acque lagunari antistanti l’Avl e le iscrizioni termineranno il 13 ottobre prossimo.

La regata

Ben 190 imbarcazioni si sono iscritte per prender parte alla manifestazione, garantendo spettacolo e allo stesso tempo alzando l’asticella della competizione sportiva, coinvolgendo mille persone solo per quel che riguarda gli equipaggi.

La regata inizierà alle 10.30 con segnale preparatorio alle 10.25 comunicato attraverso il Vhf al canale 72. Si partirà nel braccio di mare dell’Adriatico antistante al Des Bains, quindi si lascerà la conca di navigazione a sinistra per entrare in bocca di porto. A quel punto, dopo l’ingresso in città, la regata si concluderà nel bacino di San Marco.

Il traguardo sarà tracciato tra la torretta della darsena di San Giorgio e la chiesa di Santa Maria della Pietà. L’arrivo delle prime imbarcazioni – i maxi – è previsto dopo circa quarantacinque minuti, un’ora, pur considerando le variabili meteorologiche.

Associazione Vela al Terzo

Come gli scorsi anni anche questa edizione vedrà la partecipazione delle imbarcazioni tipiche lagunari della associazione Vela al Terzo, che porteranno i loro colori nel percorso lagunare della regata. Da sempre è nella tradizione della Compagnia della Vela organizzare regate con le barche di questo tipo, tradizione che si rinnova con la loro presenza nelle acque del bacino di S. Marco.

Il fine settimana sportivo sarà anche l’occasione per attrarre un turismo diverso, grazie ai numerosi equipaggi che giungeranno da tutto l’Adriatico: «In un periodo difficile per tutta la città come questo, è fondamentale cercare di sostenere Venezia e le sue realtà commerciali. Per questo, il fine settimana della Veleziana si propone come modalità di turismo di “qualità” grazie alle numerose persone che approfitteranno della “scusa” sportiva per osservare da vicino le bellezze della nostra laguna», ha concluso Pier Vettor Grimani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button