Si è tenuto a Venezia, all’Ateneo Veneto il concerto per Lisabilità, giovane associazione veneziana, per raccogliere fondi per aiutare bambini bisognosi.

Un progetto giovane

Giulia Quartana, giovane presidente dell’associazione Lisabilità, giovane associazione nata a venezia fine 2016 che ha l’intento di sensibilizzare la popolazione e valorizzando la lingua dei segni come metodo di comunicazione alternativo.

La raccolta fondi

L’obiettivo della serata è la raccolta fondi per la realizzazione di progetti nelle scuole di Venezia, progetti che mirano all’inclusione di bambini con disturbi della comunicazione e particolari necessità.

La testimonianza di una delle mamme dei bimbi aiutati

Parla la mamma di uno dei bimbi, portando la testimonianza di una madre che ha visto crescere la figli e i compagni di classe, non solo nell’apprendimento della lingua dei segni ma anche sul tema dell’accoglienza e dell’inclusione.

Tra le voci sul palco, una mamma

Poi l’intervento di Marta Codognola, cantante lirica e mamma di due bimbi, uno dei quali soffre di disturbi della comunicazione legati ad una malattia, la sindrome dello spettro autistico.

L’incontro tra le due

Dopo l’incontro tra la Dottoressa Giulia Quartana e la cantante Marta Codognola, è nata l’dea di avviare un progetto all’interno della classe di lingua dei segni, per aiutare il figlio Daniele a comunicare con gli altri bambini, attraverso la lingua dei segni.

L’augurio della Presidente

L’augurio della Presidente dell’associazione Giulia Quartana è di poter replicare l’iniziativa, visto il successo riscosso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here