tumori

L’ULSS 4 entra nel Registro Tumori Veneto. L’analisi dei dati 2014-15 mostra una diminuzione dei tumori, i più ricorrenti sono prostata negli uomini e seno nelle donne

Il professor Massimo Rugge, direttore scientifico del Registro Tumori Veneto (RTV), ha annunciato che l’azienda sanitaria del Veneto orientale è entrata nella grande famiglia del Registro.

La notizia è stata data durante la presentazione dell’analisi regionale riferita al biennio 2014-2015, che si è svolta lunedì nella sede dell’Azienda Zero a Padova.

Ciò ha quindi permesso di integrare quel 4% della popolazione del Veneto che non era coperta da questo registro. Il Registro Tumori Veneto diventa dunque il primo e unico in Italia a coprire l’intera popolazione regionale.

I dati

Secondo l’analisi dei dati, per quanto riguarda l’Ulss4, i tumori diagnosticati nel 2014 sono stati 1451, diminuiti poi a 1323 nel 2015. Relativamente alla tipologia dei più frequenti e la correlazione all’età, i casi di tumore rispecchiano il trend
regionale.

Prendendo a riferimento all’anno 2015, il tumore più ricorrente riscontrato nella popolazione maschile del Veneto orientale è stato quello alla prostata (21.5%), seguito da quello al polmone (13,9%), colon retto e vescica. Nella popolazione femminile più frequente è stato il tumore alla mammella (31,3%), seguito da quello al colon retto (12.6%), al pancreas e al polmone.

A seconda delle fasce d’età l’incidenza cambia. Nelle donne il cancro alla mammella è il più frequente durante tutto l’arco di vita, seguito dal tumore alla tiroide nella fascia sotto i 50 anni, e dal tumore al colon retto nella fascia 50-70 anni. Nei maschi la situazione è più variegata: sotto i 50 anni il tumore più diffuso è
quello all’encefalo, nella fascia d’età 50-70 anni il più ricorrente è il tumore alla prostata e oltre i 70 anni il cancro al polmone.

La parola ai medici

In generale, sia per gli uomini che per le donne, l’incidenza aumenta proporzionalmente all’età. Il dottor Salvatore Romeo, direttore dell’Anatomia Patologica all’Ulss4, ha spiegato che ciò è dovuto al continuo allungarsi della vita.

Altro elemento da ricordare è che oggi i tumori vengono diagnosticati prima rispetto al passato, si conoscono meglio e sono predittivi, nel senso che riusciamo a capire meglio l’andamento della malattia e possiamo usare cure più
efficaci.

Il dottor Daniele Bernardi, direttore della Oncologia all’Ulss4, ha dichiarato che proprio perché vengono diagnosticati in fasi sempre più precoci, e poiché si hanno armi sempre più efficaci per combatterli, la proporzione della inguaribilità è in aumento.

Fondamentale però in questo contesto la prevenzione, attraverso screening. Il Dipartimento di Prevenzione svolge un importante e impegnativo lavoro.

L’ingresso nel Registro Tumori era stato sollecitato più volte dai sindaci del territorio pertanto, con questa novità, è stata data una risposta concreta sia a loro e sia  alla popolazione del Veneto orientale.

Per quanto riguarda i tumori alla mammella, colon retto e prostata, all’Ulss4 sono attivi specifici percorsi diagnostici e terapeutici gestiti da team multidisciplinari per un approccio a 360 gradi del paziente.

Contatti utili

Per informazioni sugli screening oncologici scrivere è possibile scrivere a prevenzione.screening@aulss4.veneto.it oppure rivolgersi al call center telefonico 0421-228243 (lunedì,
mercoledì e venerdì dalle ore 12 alle ore 14).

I dati dell’analisi sono riportati anche sul portale online www.registrotumoriveneto.it con tutti i dettagli di ciascuna Azienda sanitaria del Veneto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here