Servizi Cronaca

Uccide l’ex moglie e compagno a Spinea, poi si suicida

Ancora sotto choc gli abitanti di Spinea per il duplice omicidio di un marito lasciato, che poche ore dopo si è suicidato. La strage ha colpito una famiglia di albanesi, a tre mesi da un femminicido nello stesso comune

Ha fatto una strage e poi si è ucciso. L’ex marito uccide la donna che non accettava di avere perso di 37 anni e al compagno di 23, accoltellato e poco dopo si è suicidato. Accaduto a Spinea, la tragedia è incominciata domenica sera, in Via Leopardi, nell’abitazione di lei. Poi l’uomo è andato in un capannone, in Via Oriago e all’alba l’hanno trovato suicida i carabinieri.

L’ex marito uccide l’ex moglie: la scoperta della figlia

A lanciare l’allarme è stata la figlia, che aveva provato a mettersi in contatto con la madre per tutto il pomeriggio senza riuscirci. I militari, giunti sul posto, hanno trovato due corpi: accanto a quella della donna Mynevere Karabollaj c’era la salma di Flonino Merkuri, entrambi albanesi.

Sembrava una lite finita con omicidio-suicidio, invece erano due omicidi e l’assassino era fuggito in auto. La caccia è durata poche ora fino al ritrovamento del capannone, verso le 4 del mattino. Ora sono in corso le indagini per capire le modalità del fatto di sangue e del movente, anche se su quest’ultimo ci sono pochi dubbi.

Pochi mesi fa, ancora a Spinea, è accaduto un altro omicidio di una donna, Lilia Patranjel. Il suo uomo geloso Alexanandru Ianosi che stava per lasciare, la uccide e, ancora, a fendenti.

Leggi anche: Omicidi e uso del coltello. Le parole di Oscar Miotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Disattiva AdBlock per sostenerci

Televenezia ogni giorno mette a disposizione informazioni e contenuti gratuiti. La libertà d'informazione deve essere sostenuta e Televenezia lo fa anche grazie ai banner pubblicitari. Sostienici e disattiva AdBlock