I big italiani della lirica nel mondo, due giovani talenti dalla Korea e dal Venezuela, la voce inconfondibile di Cheryl Porter per l’inclusione sociale. Sono state due ore di musica davanti a una platea di oltre 500 persone. E’ stato un successo su tutti i fronti il concerto lirico “La voce di Nemo, Puccini for love. Musica e cultura per l’inclusione sociale” svoltosi giovedì sera sulla spiaggia dell’ospedale di Jesolo.

La Voce di Nemo

Un format nuovo in una location inedita, ma perfetta per questo evento. Ha incantato il pubblico di Jesolo che ha fatto registrare il tutto esaurito per seguire i protagonisti della lirica italiana che si esibiscono nei migliori teatri, dalla Fenice a La Scala, e noti nel mondo per loro qualità canore.

I celebri ospiti

Sul palcoscenico de “La Voce di Nemo” si sono infatti alternati Chiara Isotton, Emanuele D’Aguanno, Lara Lagni, Antonio Poli, Bianca Tognocchi, il pianista non vedente Yakir Arbib in una straordinaria improvvisazione, l’inconfondibile voce di Cheryl Porter accompagnata dal pianista Loris Peverada e molti altri.

Un omaggio alla disabilità

“Questo concerto è un omaggio alla disabilità attraverso la cultura e la musica nell’espressione del canto lirico come massimo esempio di inclusione sociale”. Così ha detto dal palcoscenico il promotore del’evento, il presidente del comitato Melograno Daniele Furlan, intervistato dal registra e direttore artistico Marco Gandini.

Non va tralasciato infine che l’evento è stato sostenuto dalla Città di Jesolo, Città Metropolitana di Venezia, Inail, con il patrocinio di Regione Veneto e Ulss4.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here