tuffi pontili

Compiuto un altro passo per contrastare la pericolosa attività dei tuffi dai pontili diventata tristemente famosa in seguito a numerose tragedie

Dalla foce del fiume Piave a quella del Sile. Da oggi, sui pontili del litorale jesolano sono presenti i cartelli che segnalano a cittadini e turisti il divieto di tuffo. La società Jesolo Patrimonio ha completato in questi giorni l’installazione dei cartelli multilingue che segnalano il divieto di tuffo. I bassi fondali presenti in prossimità delle strutture lo rendono infatti un comportamento molto pericoloso.

Jesolo Patrimonio ha passato in rassegna le strutture presenti su circa 10 chilometri di spiaggia. Nella giornata di oggi saranno concluse le operazioni di installazione della segnaletica, quest’anno in anticipo di circa un mese rispetto al passato. L’obiettivo è raggiungere anche gli ospiti e vacanzieri che arriveranno sul litorale per le vacanze pasquali e per il ponte del 25 Aprile.

Quello dei tuffi dai pontili è una comportamento rischioso per l’incolumità delle persone per la presenza di bassi fondali e può portare a serie conseguenze e lesioni, anche permanenti, alla colonna vertebrale. Per promuovere un atteggiamento responsabile, già negli scorsi anni sono state avviate delle campagne di sensibilizzazione, da parte del Comune di Jesolo anche in collaborazione con l’Azienda Ulss4 Veneto Orientale e dal Consorzio di Imprese Turistiche JesoloVenice.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here