Servizi Cronaca

Treni regionali in Veneto: verso il tutto esaurito

Treni regionali sempre più affollati e Zaia chiede di riempire tutti i i posti, ma il sottosegretario degli interni Achille Variati replica: ricorri ai privati

Treni regionali: il ritorno al regime pre covid divide. Achille Variati, attuale sottosegretario agli interni ha bocciato in queste ore la proposta di Luca Zaia di togliere il posto vuoto nei vagoni dei pendolari e di mantenere obbligatoria soltanto la mascherina. “Zaia ha ragione ad identificare il problema, ma sbaglia nel dare la risposta ha replicato Variati citando un reportage pubblicato dal New York Times che riporta i risultati di una ricerca sul caso di Hong Kong sui cosiddetti “super diffusori”. Questi ultimi sarebbero proprio le situazioni di assembramento come accade nei treni nelle ore di punta e gli eventi sociali, che causerebbero l’80% dei contagi, mentre gli incontri sociali causerebbero soltanto il 20 % delle trasmissioni del virus.

Treni regionali

Inoltre secondo il reportage i luoghi chiusi con persone poco distanziate, sono ancora quelli a maggior rischio di contagio. Alla luce di questo studio Variati ha dichiarato che sarebbe più utile un piano della Regione, concordato con lo Stato, per accompagnare le corse dei treni, e degli altri mezzi, anche utilizzando le aziende private, che in questo momento non lavorano perché non c’è turismo anche in vista della ripresa del trasporto scolastico di settembre.

Alla radice del problema ci sono naturalmente questioni legate alle risorse finanziarie, tornare al numero di convogli che circolava prima dell’arrivo dell’epidemia significherebbe contenere i costi che lieviterebbero con il coinvolgimento dei privati.

Riapertura delle scuole

Certo è che con la riapertura delle università e delle scuole il servizio potrebbe andare in tilt. La critica di Achille Variati a Zaia è stata anche letta in queste ore come un inizio di campagna elettorale contro Zaia e una sorta di candidatura dell’ex sindaco di Vincenza alla corsa per palazzo Balbi, ma proprio oggi Variati ha dichiarato ai giornalisti che per la corsa alle regionali venete rimane la candidatura del vicesindaco di Padova Arturo Lorenzoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button