Train to be cool: incontro sulla sicurezza ferroviaria

Train to be cool: La Polizia di Stato incontra i giovani atleti del Mogliano Rugby sulla sicurezza ferroviaria.

Gli Agenti del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Veneto, ieri 14 maggio hanno incontrato circa 60 ragazzi del Mogliano Rugby, dagli 8 ai 12 anni, presso l’impianto di via Colelli.

L’iniziativa denominata “Train to be Cool” è stata ideata dal Servizio Polizia Ferroviaria per sensibilizzare i ragazzi sulla sicurezza ferroviaria spiegando inoltre le criticità legate all’utilizzo di tali mezzi.

Il progetto

Train to be cool: uno slogan in lingua inglese (molto usata tra i giovani) che si presta a giochi di parole e diverse interpretazioni, per veicolare il messaggio che il treno è il mezzo di trasporto più sicuro e verosimilmente più rapido negli spostamenti a breve – medio raggio. L’ incontro è stato impostato proponendosi come soggetti a cui i giovani possono rapportarsi quando si spostano all’interno del mondo ferroviario.

Gli atleti

Gli atleti sono stati sensibilizzati ed informati sulle attività che svolge l’agente della Polizia Ferroviaria che all’occorrenza può diventare un punto di riferimento, un “amico”, sul quale poter contare in caso di necessità. Particolare attenzione è stata dedicata all’inosservanza di banalissime e quanto mai disattese norme comportamentali, quali gli attraversamenti dei passaggi a livello (quando le sbarre sono abbassate) e gli inopportuni attraversamenti dei binari, che gli studi statistici indicano tra le cause degli incidenti in ambito ferroviario che purtroppo vedono coinvolti i più giovani.

L’iniziativa rientra in un ampio programma di incontri organizzati dal Mogliano Rugby con la collaborazione delle Istituzioni, al fine di creare una maggiore coscienza civica dei propri atleti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here