tragedia mestre
tragedia mestre

Tragedia a Mestre: si è data fuoco disperata per la paura che non avrebbe più potuto rivedere sua figlia e ora è ricoverata in gravi condizioni presso il reparto grandi ustionati di Padova. Un gesto estremo che sta commuovendo in queste ore tutta Italia. Secondo le prime informazioni il gesto sarebbe da mettere in relazione ad un procedimento della giustizia civile che la vede coinvolta.

Tragedia a Mestre

Su quanto accaduto sta indagando la Polizia. Si sa soltanto che prima di compiere il gesto estremo la donna ha messo davanti al Tribunale un cartello con una foto della bambina in braccio al presunto padre, scrivendo in un italiano stentato che lui “ha violentato l’infanzia della sua bambina”, con il numero della sentenza, seguito da “e ha fatto il possibile per mandare la piccola in comunità”. Poi, ha preso una tanica con del liquido infiammabile e si è cosparsa il corpo, dandosi fuoco.

Il salvataggio

L’uomo risiederebbe nel trevigiano. L’atto estremo è stato visto da alcuni dipendenti che hanno cercato subito di intervenire e sono riusciti a salvarla usando gli estintori posti all’ingresso del tribunale. Dalle prime ricostruzioni sembra che anche uno degli uomini che è intervenuto abbia riportato delle leggere ustioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here