La Voce della Città Metropolitana

Tiziana Ferrario: il libro “Uomini” presentato da Zanferrari

La giornalista e scrittrice Tiziana Ferrario presenta nel libro "Uomini", le varie tipologie di maschilisti come l'asintomatico e il silente.

La critica letteraria Sara Zanferrari presenta il libro di Tiziana Ferrario, “Uomini, è ora di giocare senza falli!”

Tiziana Ferrario, “Uomini è ora di giocare senza falli!”

Giornalista e conduttrice, Tiziana Ferrario è uno fra i volti più noti e amati della Rai.

Classe 1957, è nata a Milano e sin da giovanissima ha iniziato ad appassionarsi di giornalismo. Grazie al suo talento è entrata nello staff del Tg1, conducendo il telegiornale e creando il segmento intitolato Tg Ragazzi, dedicato agli adolescenti.

Nel corso della sua carriera ha rivestito spesso il ruolo di inviata e si è occupata di politica estera, raccontando eventi importanti come l’11 settembre e le crisi in Medio Oriente. Non solo giornalismo, è anche una scrittrice molto apprezzata.

Ecco le sue parole riguardo il libro “Uomini”: «Il maschilismo è ovunque, in famiglia e nel mondo del lavoro. Attraversa il nostro paese e si manifesta in tanti modi. L’ho raccontato nel mio nuovo libro dove ho voluto dare voce però a uomini che non sono maschilisti. Uomini nuovi con i quali le donne possono fare un’alleanza per migliorare la nostra società e farla diventare più equa».

Le parole di Sara Zanferrari

“Tiziana Ferrario a causa di questo libro è stata attaccata nei social. Gli uomini hanno paura di perdere delle caratteristiche di predominanza a cui sono abituati da millenni. Inoltre c’è anche una caratteristica sessuale, si sentono evirati.

L’autrice ha intervistato uomini che non hanno aderito a questo modello di machismo, come Matteo Bussola Federico Taddia e Roberto Vecchioni.

Questo libro è nato anche dall’orgoglio femminile nato in America ad opera di tante professioniste. Lei che è una giornalista d’inchiesta abbastanza conosciuta ha voluto affrontare questa tema con un po’ di leggerezza.

Nel libro c’è il maschilista inconsapevole definito come maschilista asintomatico, lo è ma non sa di esserlo. Poi c’è il maschilista silente, quello che fa finta di niente, il maschilista infastidito ed infine l’indifferente.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Disattiva AdBlock per sostenerci

Televenezia ogni giorno mette a disposizione informazioni e contenuti gratuiti. La libertà d'informazione deve essere sostenuta e Televenezia lo fa anche grazie ai banner pubblicitari. Sostienici e disattiva AdBlock