Servizi Economia e società

Terrevolute: pedalando senza fretta tra le terre bonificate

Un secolo fa l'Italia aveva molte zone malsane che una vasta opera di bonifica ha sottratto all'abbandono e trasformato in campagne fiorente e tutto è partito da San Donà di Piave che si sta preparando con un pull di tecnici a ripetere il primato

Con tour in bicicletta, a piedi, o con le barche elettriche. Hanno partecipato in tanti al festival delle Terrevolute organizzato a San Donà di Piave per far conoscere il fascino delle terre bonificate ed anche le fatiche che si nascondono nel paesaggio per la difesa del territorio.

Terrevolute

Nel corso della terza edizione del festival, durata tre giorni e che si è conclusa domenica, è stato costituito un comitato scientifico che avrà lo scopo di predisporre un piano per la difesa dell’area. Sarà presentato nel 2022, data in cui ricorre il centenario del primo convengo dedicato alla bonifica in italia e che è stato organizzato proprio nel sandonatese. Da quell’incontro sono partiti tutti gli interventi di bonifica realizzati poi in Italia.

Francesco Cazzaro, presidente Anbi VenetoTraccia, traccia il bilancio della tre giorni di incontri che hanno coinvolto tutta la cittadinanza nella piazza del centro sandonatese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button